Tumore, un male anche psicologico: Michael Douglas in lacrime racconta la sua vittoria in tv (video)

di Cinzia Iannaccio 0

Michael Douglas ha sconfitto un cancro alla gola, ed è tornato in televisione per raccontare il suo percorso verso la vittoria. Ma le difficoltà non sono finite, tant’è che dal salotto televisivo più amato dagli americani, quello di Oprah Winfrey, Michael Douglas si è lasciato andare alle lacrime. Questo nel ricordare le ansie e le paure legate alla malattia e alle terapie:

“Quando hai il cancro ti dicono che devi fare sette settimane di chemioterapia e poi di radioterapia. A quel punto devi tuffartici”.

Purtroppo però le ansie e le sofferenze si trasmettono su chi è vicino e l’attore ha confessato di essersi troppo appoggiato alla splendida moglie Catherine Zeta-Jones, che non ha retto allo stress ed è caduta in depressione: a tal punto che di recente è stata ricoverata in una clinica per i sintomi di un disturbo bipolare.

”Catherine è gallese -ha spiegato l’attore- e parte del suo background culturale consiste nel tenere chiuse dentro di se le proprie emozioni, senza far uscire nulla”.

E’ questo che l’ha fatta stare male. In realtà, non è una colpa, non c’è nulla di sbagliato in tutto ciò o di complicato. E’ la norma se si ha la fortuna di avere vicino una persona amata,quando si ha un cancro e sarà viceversa, ora che lei dimostra la sua fragilità psicologica. E nel vedere le immagini di questo racconto tutto sembra strano, perché la storia è quella di un malato qualunque che ha sconfitto il cancro, insieme all’affetto della sua famiglia, mentre nel salotto di Oprah, passano le immagini di due star. Michael ha raccontato dei suoi cambiamenti: in un anno la sua vita è passata dal successo e felicità all’angoscia e alla paura per una malattia che non fa sconti a nessuno e soprattutto non chiede autografi. La fragilità emotiva è un effetto collaterale, non solo per chi è colpito da un tumore, ma anche per chi condivide tali sofferenze. E così anche la bellissima Catherine diventa una donna qualunque. La vita ha regalato molto ad ambedue, anche e soprattutto il reciproco sostegno, condividere tutto questo col pubblico, può servire a dire: “insieme si può vincere tutto”. Non trovate? Ecco il video.

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>