Home » IL NOSTRO CORPO » Le malattie dell’orecchio, ecco le più comuni

Le malattie dell’orecchio, ecco le più comuni

A mettere in crisi la salute dell’orecchio possono essere patologie diverse. Non sempre dobbiamo aver paura della presenza conclamata di una malattia, perché molte sono risolvibili con le cure adeguate.

Le patologie e i sintomi ricorrenti si distinguono in base alla localizzazione, considerando l’area dove si sviluppa il problema e quindi orecchio esterno, orecchio medio e interno.

malattie dell’orecchio

Fra le malattie dell’orecchio più comuni si va dalle varie tipologie di otite alla labirintite, dall’ipoacusia all’anacusia. Vediamo nel dettaglio le principali.

L’otite

Tipica infezione dell’orecchio l’otite colpisce in larga misura i bimbi. Possiamo aver a che fare con una patologia acuta o cronica, di origine virale o batterica, molto spesso quale conseguenza di un raffreddore o di un’infezione che ha colpito la gola. Fra le soluzioni annoveriamo i lavaggi nasali soprattutto in termini di prevenzione, gli antibiotici e gli antidolorifici per forme più gravi.

Nei più piccoli si verifica più spesso a causa della conformazione della tromba di Eustachio, il canale che collega il naso all’orecchio, che risulta essere più stretta, più corta e collocata in una posizione orizzontale.

Ipoacusia e anacusia

L’ipoacusia è una diminuzione della capacità uditiva e può colpire una o entrambe le orecchie. Può avvenire in maniera improvvisa e traumatica, oppure con progressione lenta. Si consiglia la visita di uno specialista per avviare un processo terapeutico.

L’anacusia considera la perdita dell’udito da un solo orecchio sin dalla nascita oppure in seguito a un trauma, a uno stato infiammatorio o vascolare. Anche per questa patologia è utile la visita di uno specialista che consiglia i giusti accorgimenti.

Acufene

L’acufene tipico disturbo uditivo si presenta come una sorta di fischio, sibilo o tintinnio. Di norma si manifesta in associazione a un calo dell’udito dovuto all’eccessiva esposizione al rumore, ai dolori cervicali, allo stress, alla pressione alta, all’assunzione protratta nel tempo di alcuni farmaci.

Labirintite

La labirintite è un’infiammazione che colpisce l’area del labirinto e dei canali semicircolari, provocando un inequivocabile senso di vertigini. L’origine della malattia può essere batterica, virale oppure conseguenza di un’allergia, della rottura della rocca petrosa, parte dell’osso temporale in cui si trovano le cavità dell’orecchio interno. Avendo a che fare con cause diverse le terapie dovranno essere proposte in base alla problematica scatenante.

Iperacusia

Si tratta di una patologia che porta a un aumento esponenziale della sensibilità uditiva, conseguenza di un’alterazione nell’elaborazione e percezione dei suoni. La patologia può colpire indistintamente giovani o anziani. La si può curare seguendo una terapia del suono, che riduce l’ipersensibilità.

Patologia dell’orecchio ovattato

Questa condizione di disagio e fastidio comporta una diminuzione dell’udito e una cattiva percezione dei suoni. Può interessare un’orecchia o entrambe e di norma è la conseguenza di un cambiamento di pressione. In alcuni casi può celare cause diverse e più gravi di cui sapere di più sottoponendosi al controllo di uno specialista.

Fra le altre patologie non mancano l’otosclerosi, la fonofobia, la malattia di Ménière, la cocleopatia.

Lascia un commento