Home » IL NOSTRO CORPO » Occhi » Mucus fishing, trend da evitare per la salute degli occhi

Mucus fishing, trend da evitare per la salute degli occhi

Mucus fishing è un nome che non dice molto a meno che non si navighi all’interno del social network cinese Tik Tok dove il nuovo trend sembra essere diventato proprio quello di “andare a pescare” il muco oculare, non rendendosi conto di arrecare danni importanti alla salute degli occhi.

 

Mucus fishing, pratica da non attuare mai

Le persone sembrano dimenticare che di solito il corpo umano è programmato per prendersi cura da solo, come in una sorta di manutenzione ordinaria, della salute dei propri componenti. Tale assunto è valido anche per la salute dell’occhio, parte molto delicata che non dovrebbe essere sottoposta a vere e proprie torture: in caso di problemi, infatti, è sempre consigliato affidarsi alle cure di un oculista.

Premessa a parte per mucus fishing si intende quella pratica, che molti per l’appunto stanno emulando su Tik Tok, di estrarre muco dalla parte interna della rima oculare, dove lo stesso si può accumulare per via di una prolungata secchezza oculare, di un uso eccessivo di make up o per via di una infezione come le blefariti e le congiuntiviti.  Ecco quindi che a prescindere dalla causa dell’accumulo di muco, il “giocare” troppo con lo stesso non fa affatto bene alla salute dell’occhio.

Dovunque sul social è possibile visionare clip di persone che pescano con fazzoletti o ancor peggio con cotton fioc e con le dita per tirare fuori quel filo di muco che viene considerato fotogenico soprattutto se scurito dal mascara.

Trend pericoloso per gli occhi e non solo

Per quanto su video il mucus fishing faccia un certo effetto, si tratta di una pratica non solo sconsigliata ma per niente salutare per i nostri occhi. Importanti sono le spiegazioni che vengono date, sempre su Tik Tok dal dott. Anthony Youn che spiega le motivazioni per le quali questo trend non debba essere eseguito. Il muco prodotto dall’occhio, come già anticipato, deve essere lasciato lì dove si trova perché più viene eliminato dall’occhio in maniera forzata e più se ne produrrà, portando l’occhio a non guarire mai del tutto, soprattutto se questa manifestazione è legata a infezioni. Nel caso il muco prodotto dovesse essere davvero eccessivo, il consiglio è quello di chiedere consiglio al proprio medico o a uno specialista e affrontare il problema con l’aiuto del collirio giusto.

Tra l’altro non sono solo gli occhi a rimetterci se ci si diverte con il mucus fishing. Anche il cervello infatti potrebbe subire conseguenze negative: sono stati già riscontrati i segni di quella che viene chiamata Mucus Fishing Syndrome per la quale questa pratica diventa così automatizzata da diventare compulsiva in caso di nervosismo o stress creando un vero e proprio circolo vizioso? Si vuole combattere la formazione di muco negli occhi? Basta mantenerli puliti ed evitare di stropicciarli.

Lascia un commento