Primo giorno di scuola: i consigli del pediatra

di Redazione 1


Tra non molto i bambini torneranno a scuola. Palette e secchiello finiranno in soffitta per lasciare il posto a libri, zaini e grembiulini.

Per i più piccoli questo può rappresentare un vero e proprio evento stressante. Una prova che i genitori hanno il dovere di aiutarli ad affrontare.

Cosa fare quindi per aiutare i nostri figli a vivere serenamente il primo giorno di scuola?

Una mano arriva dalla SIP (Società Italiana di Pediatria) che ha stilato un elenco di regole e consigli per genitori e studenti:

Passare dal gioco alla scuola: Può essere utile, già a partire da questi giorni, coinvolgere il bambino in attività che aiutino ad introdurre giocosamente le attività tipicamente scolastiche nella quotidianità: fare una gita in luoghi di interesse culturale e artistico, leggere insieme un libro, ma anche anticipare per sommi capi i contenuti del programma scolastico di quest’anno.

Perchè il grembiule?: Cercate di spiegare ai bambini perchè è necessario indossare il grembiule. Per aiutarli a superare la resistenza verso quella che può apparire loro solo una sterile imposizione può essere utile mostrare loro delle vostre foto di scuola che vi ritraggono mentre lo indossate.

Attenzione all’alimentazione, ma senza imposizioni: Sebbene non esista l’alimentazione ideale per lo studente, è fondamentale che i bambini comincino la giornata con una bella colazione dove non manchi la frutta e che facciano abitualmente merenda con cibi genuini. Tuttavia piuttosto che imporre queste abitudini, bisogna spiegare ai piccoli il perchè della loro importanza.

Visite e controlli medici: Prima dell’inizio della scuola è opportuno far visitare i bambini dal medico pediatra, soprattutto per valutare eventuali problemi di vista e udito.

Il corredo scolastico: Se il bambino ha un pc, è importante che questo venga usato insieme a mamma e papà perchè comprenda che si tratta di uno strumento didattico prima che di gioco. Non bisogna trascurare inoltre di bloccare l’accesso ai siti più pericolosi in caso di navigazione su internet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>