Home » Omeopatia » Ignatia amara, indicazioni d’uso e posologia

Ignatia amara, indicazioni d’uso e posologia

Il rimedio omeopatico Ignatia amara viene ottenuto dalla tintura dei semi essiccati e polverizzati del frutto della pianta di Ignazia (originaria delle Isole Filippine) e dalle successive diluizioni e dinamizzazione in soluzione idroalcolica. È un rimedio antistress per eccellenza, agisce, infatti, sul sistema nervoso e sulla stabilità emotiva.

Ignatia amara: indicazioni d’uso

Il rimedio omeopatico Ignatia amara è particolarmente utile in tutti quei disturbi che derivano da un profondo turbamento emotivo. I semi, con cui si prepara contengono brucina e stricnina, sostanze molto tossiche e amare. L’omeopatia, infatti, si basa sul principio di similitudine (“similia similibus curantur”), in base al quale è possibile curare una malattia con la stessa sostanza che la induce. Cosa significa? Una sostanza che provoca, in un soggetto sano, una serie di sintomi, è in grado di curare quegli stessi sintomi se assunta in dosi bassissime dall’individuo ammalato. Ignatia amara si usa in caso di:

  • Ipersensibilità
  • Depressione in seguito ad un dispiacere
  • Emotività
  • Isterismo
  • Nevrosi
  • Ansia
  • Paura
  • Indecisione
  • Malinconia
  • Facile tendenza al pianto
  • Sonno irrequieto o insonnia
  • Cefalea o emicrania con congestione della testa
  • Vertigini
  • Spasmi muscolari del viso o intorno alla bocca
  • Odontalgia dopo i pasti
  • Gonfiore agli occhi e alle palpebre superiori
  • Dispepsia
  • Aerofagia
  • Nausea
  • Singhiozzo
  • Coliche
  • Stipsi spastica
  • Evacuazione dolorosa
  • Tachicardia e palpitazioni
  • Senso di soffocamento
  • Stanchezza fisica e mentale
  • Dolore alle ossa e alle articolazioni
  • Pesantezza delle gambe e dei piedi
  • Irrigidimento delle ginocchia
  • Crampi ai polpacci
  • Leggero tremore
  • Sciatica
  • Faringite
  • Tosse spasmodica
  • Sensazione di costrizione al torace
  • Mestruazioni anticipate e abbondanti (precedute da emicrania)
  • Dismenorrea
  • Spasmi uterini
  • Prurito intenso ai genitali
  • Prurito su tutto il corpo senza motivo organico
  • Orticaria
  • Geloni

Ignatia amara: posologia

In caso di disturbi riconducibili al sistema nervoso (ipersensibilità, depressione, isterismo, nevrosi, ansia, paure, indecisione, desiderio di solitudine, malinconia, facile tendenza al pianto, sonno irrequieto o insonnia) o cefalea, emicrania vertigini, spasmi muscolari del viso/intorno alla bocca e odontalgia dopo i pasti è consigliata una diluizione 9CH, 3 granuli o 8-10 gocce una volta al giorno. In tutti gli altri casi è indicata una diluizione 5CH, 3 granuli o 8-10 gocce 3-6 volte al giorno.

Via| Rimedi Omeopatici; Photo Credit| Thinkstock

2 commenti su “Ignatia amara, indicazioni d’uso e posologia”

  1. Buona sera, mi sto curando x depressione con zolfo da molti anni, adesso ho preso ignavia amara xmk avrei piacere di stare aggiornata grazie al vostro portale

    Rispondi

Lascia un commento