Ignatia amara, indicazioni d’uso e posologia

di Redazione 2

Il rimedio omeopatico Ignatia amara viene ottenuto dalla tintura dei semi essiccati e polverizzati del frutto della pianta di Ignazia (originaria delle Isole Filippine) e dalle successive diluizioni e dinamizzazione in soluzione idroalcolica. È un rimedio antistress per eccellenza, agisce, infatti, sul sistema nervoso e sulla stabilità emotiva.

Ignatia amara: indicazioni d’uso

Il rimedio omeopatico Ignatia amara è particolarmente utile in tutti quei disturbi che derivano da un profondo turbamento emotivo. I semi, con cui si prepara contengono brucina e stricnina, sostanze molto tossiche e amare. L’omeopatia, infatti, si basa sul principio di similitudine (“similia similibus curantur”), in base al quale è possibile curare una malattia con la stessa sostanza che la induce. Cosa significa? Una sostanza che provoca, in un soggetto sano, una serie di sintomi, è in grado di curare quegli stessi sintomi se assunta in dosi bassissime dall’individuo ammalato. Ignatia amara si usa in caso di:

  • Ipersensibilità
  • Depressione in seguito ad un dispiacere
  • Emotività
  • Isterismo
  • Nevrosi
  • Ansia
  • Paura
  • Indecisione
  • Malinconia
  • Facile tendenza al pianto
  • Sonno irrequieto o insonnia
  • Cefalea o emicrania con congestione della testa
  • Vertigini
  • Spasmi muscolari del viso o intorno alla bocca
  • Odontalgia dopo i pasti
  • Gonfiore agli occhi e alle palpebre superiori
  • Dispepsia
  • Aerofagia
  • Nausea
  • Singhiozzo
  • Coliche
  • Stipsi spastica
  • Evacuazione dolorosa
  • Tachicardia e palpitazioni
  • Senso di soffocamento
  • Stanchezza fisica e mentale
  • Dolore alle ossa e alle articolazioni
  • Pesantezza delle gambe e dei piedi
  • Irrigidimento delle ginocchia
  • Crampi ai polpacci
  • Leggero tremore
  • Sciatica
  • Faringite
  • Tosse spasmodica
  • Sensazione di costrizione al torace
  • Mestruazioni anticipate e abbondanti (precedute da emicrania)
  • Dismenorrea
  • Spasmi uterini
  • Prurito intenso ai genitali
  • Prurito su tutto il corpo senza motivo organico
  • Orticaria
  • Geloni

Ignatia amara: posologia

In caso di disturbi riconducibili al sistema nervoso (ipersensibilità, depressione, isterismo, nevrosi, ansia, paure, indecisione, desiderio di solitudine, malinconia, facile tendenza al pianto, sonno irrequieto o insonnia) o cefalea, emicrania vertigini, spasmi muscolari del viso/intorno alla bocca e odontalgia dopo i pasti è consigliata una diluizione 9CH, 3 granuli o 8-10 gocce una volta al giorno. In tutti gli altri casi è indicata una diluizione 5CH, 3 granuli o 8-10 gocce 3-6 volte al giorno.

Via| Rimedi Omeopatici; Photo Credit| Thinkstock

Commenti (2)

  1. Buona sera, mi sto curando x depressione con zolfo da molti anni, adesso ho preso ignavia amara xmk avrei piacere di stare aggiornata grazie al vostro portale

    1. Correggo, zoloft 150 mg (non zolfo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>