Dormire meglio mangiando in modo corretto

Si può dormire meglio mangiando in modo corretto e seguendo non solo una alimentazione sana ma gestendo al meglio l’atto del nutrirsi favorendo alcuni cibi rispetto ad altri ma soprattutto lavorando su un approccio positivo all’assunzione del cibo.

Dormire nudi fa bene?

Dormire nudi fa bene? A quanto pare sì, dato che diversi esperti sostengono che sia un vero e proprio toccasana per quel che riguarda il benessere psicofisico: a giovare di questo stato di cose sarebbero infatti sia l’organismo che la mente.

Dormire meglio? Mangiando bene

E’ importante, per dormire meglio, mangiare bene. Da tempo gli esperti sono convinti che per riposare in modo soddisfacente bisogna fare attenzione a ciò che si mangia ed alla dieta che si segue.  Chi ha problemi ad addormentarsi o  non riposa abbastanza, potrebbe non seguire un’alimentazione corretta.

Ignatia amara, indicazioni d’uso e posologia

Il rimedio omeopatico Ignatia amara viene ottenuto dalla tintura dei semi essiccati e polverizzati del frutto della pianta di Ignazia (originaria delle Isole Filippine) e dalle successive diluizioni e dinamizzazione in soluzione idroalcolica. È un rimedio antistress per eccellenza, agisce, infatti, sul sistema nervoso e sulla stabilità emotiva.

Pressione alta? Combattiamola dormendo di più

La pressione alta? Si può combattere in modo efficace se si dorme in modo corretto e, come suggerisce uno studio dedicato, anche se lo si fa più del solito. Vi sarebbe infatti una correlazione tra la gestione del ritmo “sonno-veglia” e l’ipertensione arteriosa.

World Sleep Day 2012: il 16 Marzo la Giornata Mondiale del Sonno

Si celebra domani 16 Marzo la World Sleep Day, la Giornata Mondiale del sonno e, ve lo devo confessare, in assoluto tra le mie preferite. Dormire tanto è una mia passione, ormai da tempo accantonata per motivi pratici, ma soprattutto è fondamentale dormire bene. Quanti di voi si sono resi conto almeno una volta nella vita di quanto avere un sonno disturbato possa avere effetti collaterali pericolosi sullo stato di salute generale? Difficoltà di concentrazione, nausea, mal di testa, tanto per citarne alcuni.

Dormire aiuta a cancellare i brutti ricordi

Quando si hanno dei brutti pensieri, stress e forse qualche arrabbiatura di troppo, in molti pensano che il dormire non aiuti a superare tali momenti della giornata. Non è così. Se è vero che cantare aiuta a dimenticare le cose brutte, è altrettanto vero, che dormire ci aiuta a non cancellare più velocemente i brutti ricordi o i momenti spiacevoli della giornata appena conclusa. Molte volte ci capita dei fari dei brutti sogni i cosiddetti incubi, tali sogni sono causati da una piccola sindrome post-traumatica, ma non è sempre così.

Dormire sulla schiena fa bene alla salute

Dormire sulla schiena sembra sia una delle posizioni più salutari. A stabilirlo, una ricerca della Covenant Health System, negli USA. Che dormire sia importante per ricaricare le “pile”, è oramai notorio, ma se le ore di sonno sono fondamentali, la posizione che si assume, non è da meno.

Alcool e insonnia, una relazione pericolosa

Se non riuscite a dormire bene, forse è perché prima di mettervi a letto avete bevuto dell’alcool. Secondo quanto riferiscono dei ricercatori giapponesi, l’alcool ostacola le funzioni del sonno ristoratore. In particolare pare che l’effetto dell’alcool sul sonno sembra legato ad una perturbazione della funzione del sistema nervoso.

San Valentino 2011? Niente sesso: coppie troppo stanche

Inutile farsi illusioni, a San Valentino non aspettatevi effusioni particolari, soprattutto se fate parte di quel 70% di coppie individuate da un sondaggio che si è appena svolto in Gran Bretagna. Quali particolarità? Direi la norma: 7 coppie su 10 hanno dichiarato di non riuscire ad avere i rapporti amorosi desiderati, perché sopraffatti dal sonno! I lavori domestici, i figli, la vita professionale, insomma il logorio della vita moderna e lo stress correlato abbattono ogni desiderio fisico.

L’indagine in questione, pubblicata sul Daily Mail, è stata realizzata dall’azienda farmaceutica britannica Pharmaton Vitality Capsules e diretta dalla Dott.ssa Louise White che con il suo team ha intervistato circa 3.000 persone sulle tematiche del lavoro, della vita domestica e della sessualità. La stanchezza sembra dominare in ogni casa, ed il rapporto intimo diventa una “questione da svolgere” solo nel week end.

2011, Oroscopo della salute segno per segno: Vergine, Bilancia, Scorpione

Proseguiamo con l’ Oroscopo della salute. Le congiunzioni astrali ci aiutano in queste pagine a prenderci cura di noi, del nostro stare bene: piccoli suggerimenti per la prevenzione quotidiana che dovremmo seguire a prescindere da tutto. Vediamo cosa le stelle suggeriscono per la Vergine, la Bilancia e lo Scorpione.


Vergine: la salute per il 2011

I livelli di energia nei prossimi 12 mesi saranno al massimo. I nati sotto il segno zodiacale della Vergine saranno caratterizzati da una gran forza spirituale, oltre che fisica e mentale. L’attenzione ad una sana alimentazione è caratteristica tipica dei nati in questo periodo e ciò predispone sicuramente a questa forma generale di benessere. L’unico consiglio che gli astri danno ai nati sotto il segno della Vergine è quello di proseguire nello stile di vita corretto e di ritagliarsi un po’ di tempo per se stessi verso la fine dell’anno. In caso di cedimenti, noia, stati di ansia, ecc., può essere interessante attivarsi in uno sport nuovo, magari di squadra, che aiuta a mantenersi in forma e a socializzare, che non guasta mai.

Insonnia legata ad aumento di peso

Le notti insonni non ci lasciano soltanto quella spiacevole sensazione di stanchezza appena svegli e un senso di disagio che si protrae per tutto il giorno, ma anche qualche chilo in più. O almeno questo è quello che affermano diversi studi svolti sull’argomento, che gettano luce sulle relazioni tra il cattivo riposo notturno e l’accumulo di chili in più nel corso del tempo.

L’ultimo, in ordine di arrivo, ha indagato sull’impatto dell’insonnia nelle donne di mezza età e in quelle anziane soffermandosi proprio sull’incremento del peso corporeo dovuto alle ore trascorse a guardare il soffitto senza riuscire a prender sonno. Come se invecchiare non fosse già abbastanza, rispetto alle loro coetanee che dormivano sonni tranquilli, le insonni over quaranta ingrassavano più velocemente e in misura maggiore.

Malattie reumatiche disturbano il sonno

Continuiamo a seguire le notizie che ci arrivano dal  Congresso Annuale della Lega Europea contro le Malattie Reumatiche (Eular), in corso a Roma. Dopo aver parlato (qui) del ruolo scudo della vitamina D nella prevenzione dei disturbi alle articolazioni ed esserci soffermati (qui) sull’introduzione anche nel nostro Paese di un nuovo farmaco contro l’artrite reumatoide, il tocilizumab, oggi parliamo dell’impatto delle malattie reumatiche sul sonno.

A quanto risulta dai dati diffusi al congresso Eular pare infatti che una larga fetta di pazienti affetti da patologie osteoarticolari manifesti disagio e cattivo riposo notturno. Esattamente, le cifre diffuse dagli esperti, parlano di un buon 40% di ammalati che non riesce a dormire bene. In pratica, si tratta di quattro pazienti su dieci, quasi la metà del totale. Tra  i sintomi  lamentati più spesso compaiono affaticamento, disturbi del sonno e anche depressione.