Tornado in Oklahoma: aiuto psicologico per le vittime

di Valentina Cervelli 0

Nella giornata di ieri un tornado ha colpito Okahoma City, negli Stati Uniti. Il bilancio, ancora provvisorio, parla di 91 morti e più di un centinaio di feriti. Una volta che l’emergenza sarà passata, come aiutare le vittime? Un aiuto psicologico si renderà necessario.

Già nel 1999 una simile tragedia aveva colpito la cittadina, causando 40 morti e diversi feriti. Per molto tempo la gente ha avuto paura di eventi climatici similari, necessitando di supporto psicologico per superare il trauma. Anche in questo caso l’iter da seguire non potrà essere diverso. Le immagini strazianti dei bambini che vengono estratti vivi dalle macerie della scuola elementare di Moore, colpita in pieno dal tornado parlano da sole. La Plaza Tower Elementary School non ha avuto scampo, e con essa i bambini e gli adulti chiusi al suo interno.

In realtà, rispetto alle altre strutture della cittadina statunitense, le scuole sono state gli edifici che più hanno resistito alla forza distruttrice: ad esser effettivamente crollata è stata l’unica che si è trovata nell’occhio di questo potente ciclone. Molti bambini, grazie alla solidità delle pareti di cemento, sono sopravvissuti. Ma molti altri sono rimasti sepolti dalle pareti di cemento e mattoni che la forza del vento è stata in grado di divellere.

Nella zona colpita, ad ogni modo, il bilancio delle vittime è destinato a salire: la maggior parte delle case è infatti costruita in legno e materiale prefabbricato, come d’uso nella maggior parte delle cittadine non metropolitane degli Stati Uniti. Per chi è riuscito a salvarsi dalla furia del tornado si apre un periodo difficile sotto ogni punto di vista: economico, sociale. C’è chi ha perso tutto e chi ha perso anche i suoi cari. E’ impossibile pensare di superare lo stress post-traumatico senza un supporto adeguato.

Gli specialisti dovranno lavorare affinché la popolazione non solo riacquisti fiducia in generale, non sviluppando episodi di agorafobia causati da eventuali problemi di maltempo futuri, ma sia in grado di superare un lutto di tale portata.

Photo Credit | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>