La solitudine? Fa morire prima

di Valentina Cervelli 0

La solitudine fa morire prima. E’ questo secondo gli scienziati dell’Università di Chicago uno degli effetti del sentirsi soli. Che va sottolineato, è differente dall’essere soli. La sensazione di solitudine può colpirci anche quando siamo in mezzo a tante persone, lo sapevate?

Secondo questo studio condotto dai ricercatori statunitensi, le persone che si sentono sole hanno il 14% di probabilità in più rispetto alle altre di morire prima del tempo. A quanto pare questa percezione dell’essere umano ha lo stesso impatto sulla sopravvivenza, o meglio, sulla longevità delle persone che avrebbe uno stato economico svantaggioso come il vivere in una totale povertà.

Gli scienziati guidati dal dottor John Cacioppo, professore di psicologia presso l’ateneo sopracitato hanno eseguito una meta-analisi per studiare le differenze riscontrabili tra il tasso di declino della salute fisica e mentale delle persone con più di 65 anni e ed hanno scoperto che tali diversità arrivavano a toccare delle differenze sensibili e sostanziali. Motivazione che li ha spinti a verificare in particolare il ruolo delle relazioni sociali all’interno di questo contesto in ambito di “resilenza” termine ridondante che indica la capacità di un individuo di riprendersi dopo i problemi, superando lo stress ed andando avanti.

Ed hanno scoperto che come lo status economico e sociale riesce ad influire sulla longevità in questo modo, anche i sentimenti riescono a farlo. In particolare quello della solitudine. Il sentirsi isolati rispetto agli altri può causare insonnia, depressione, aumentare i livelli di cortisolo, la pressione sanguigna ed addirittura alterare il sistema immunitario.

Ci verrebbe quasi da indicarlo come un effetto placebo, ma vissuto al contrario. La ricerca, ad ogni modo, è stata presentata presso l’ultimo incontro dell’American Association for the Advancement of Science di Chicago. Se lo stress ed il sentirci soli ci porta a perdere qualche anno di vita, ci chiediamo, non sarò il caso di fare qualcosa il prima possibile per cacciare questa sensazione il più lontano possibile da noi?

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>