Home » COSTUME & SOCIETA' » Curiosità » Un reggiseno col Gps integrato per placare le paure dei mariti traditi

Un reggiseno col Gps integrato per placare le paure dei mariti traditi

La mente umana, soprattutto quella degli innamorati più possessivi, per non dire ossessivi, a volte spinge a concepire disegni assurdi pur di placare le proprie paure. Un esempio? L’originale reggiseno di recente progettazione che ha un Gps integrato che consente di localizzare sempre la propria compagna, seguendone gli spostamenti.

La lingerie con Gps incorporato è made in Brasile ed è prodotta dal marchio di biancheria intima Lindelucy. Non bastavano investigatori privati, pedinamenti, intrusioni nella privacy del proprio partner sbirciando le chiamate e i messaggini sul cellulare, ora ci mancava solo il satellite a rendere ancora più difficile la vita delle povere fedifraghe.


Sarà che il sogno di molti uomini sembra essere proprio quello di controllare costantemente, 24 ore su 24, i movimenti della fidanzata, della moglie e addirittura quelli dell’amante (che paradosso!). Certo è che chi acquisterà questo particolare reggiseno satellitare non nutre di sicuro molta fiducia nella propria compagna e forse nemmeno in sè stesso. Ma l’amore, si sa, spinge alle follie più assurde.

Il capo intimo segugio verrà presentato la settimana prossima a San Paolo, nel corso dell’Incontro Nazionale della Donna Moderna (altro paradosso, bel modo di emanciparsi!). Il meccanismo alla base del suo funzionamento è piuttosto semplice: il completo intimo si compone di reggiseno e slip coordinati, integrati con un’imbottitura dotata di un sistema di Gps. Mariti gelosi, fidanzati insicuri, amanti ossessionati dal timore di essere traditi a loro volta, potranno tranquillamente visualizzare il luogo in cui si trova la persona amata con un semplice clic tramite Google Maps, collegandosi a Internet. In pochi secondi sullo schermo verrà proiettata l’esatta posizione geografica della ricercata, con le coordinate di latitudine, longitudine e altitudine.

Ora resta solo da stabilire se questo simpatico cadeau sarà apprezzato dalle donne, le dirette interessate, o se vorranno controreplicare a questo attacco alla loro privacy, magari brevettando dei boxer con l’antifurto! Senza parole!

Lascia un commento