Sesso e fedeltà legate dall’ossitocina

di Valentina Cervelli 0

Sesso e fedeltà? Vanno a braccetto se di mezzo vi è l‘ossitocina. Che in questo caso non rappresenta il terzo incomodo ma un ormone che gratifica così tanto il nostro cervello da farci sentire soddisfatti e garantendo al nostro partner la fedeltà. Questo è quello che ci raccontano gli scienziati tedeschi dell’Università di Bonn.

Lo studio teutonico, pubblicato su Pnas, racconta di come uno spray nasale all’ossitocina, quasi come magico filtro d’amore creato su basi scientifiche, potrebbe evitare le infedeltà basate sulla insoddisfazione sessuale alla base, agendo direttamente sul cervello. Certo, può sembrare quasi una “coercizione” nei confronti del possibile traditore, ma il meccanismo con il quale l’ossitocina lavora sul nostro encefalo è di certo un fattore interessante da conoscere e comprendere.

E’ fuori da ogni dubbio che questa molecola, legata alle emozioni positive provate dalle persone, sembra avere sempre di più degli assi nella manica di quanti possiamo pensare. Per giungere alle loro conclusioni gli scienziati tedeschi hanno preso in considerazione un gruppo di uomini impegnati stabilmente in una relazione ed ha somministrato loro uno spray nasale all’ossitocina, mentre a quello di controllo ha dato un placebo. L’intero campione è stato poi sottoposto alla visione di foto di donne attraenti e sexy e della propria compagna. Volete sapere come è andata? Lasciamo la parola a Dirk Scheel, coordinatore dello studio:

Negli uomini che hanno ricevuto ossitocina, invece del placebo, le zone deputate alla gratificazione erano molto più attive e percepivano le proprie partner come più attraenti rispetto alle altre donne. Il meccanismo biologico in un rapporto di coppia è simile all’assunzione di una droga e l’ossitocina, come i farmaci, spinge le persone a cercare di stimolare il sistema della ricompensa nel cervello. Questo potrebbe anche spiegare perché si cade in depressione dopo un lutto o una separazione: a causa della mancanza di secrezione di ossitocina, il sistema di ricompensa è sotto-stimolato ed è più o meno in uno stato di astinenza.

Ovviamente lo spray all’ossitocina non è in commercio… ma va ammesso che le potenzialità di un simile strumento sono… innumerevoli.

Fonte | Pnas

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>