Asl non paga i danni per figlio disabile: padre si incatena

La disperazione, a volte, spinge a compiere gesti estremi, come quello dell’uomo che si è incatenato davanti all’ingresso principale dell’ospedale di Chieti per chiedere giustizia per suo figlio, oggi 16enne, il quale subì gravi danni al momento della nascita. La Asl fu condannata nel 2010 al risarcimento per 3,5 milioni di euro, ma da allora non ha mai versato un solo centesimo alla famiglia del ragazzo.

Distrofia muscolare, Asl Caserta le toglie assistenza

Affetta da distrofia muscolare da 12 anni, lo scorso 14 gennaio  ha visto revocata l’assistenza materiale che la Asl le forniva per aiutarla a vivere la sua vita, gravemente compromessa dalla malattia.

E’ la storia di Felicia Barbato, di Caserta. Una donna di 60 anni che da più di un decennio vive su una sedia a rotelle, e che a causa dei tagli sul budget effettuati dall’azienda sanitaria non potrà più contare su quel minimo di assistenza necessario anche al semplice svolgimento dei suoi bisogni primari.

Marijuana a scopo terapeutico, è la Asl a pagare

Marijuana a scopo terapeutico: per la prima volta in Italia viene emessa una sentenza che obbliga la Asl a fornirla gratuitamente ai malati che ne abbiano necessità. A far applicare l’articolo 32 della Costituzione, il giudice Elisabetta Piazzi del tribunale di Avezzano.

La consegna dei 270 grammi di marijuana è avvenuta oggi all’ospedale di Sulmona, a L’Aquila. A beneficiarne sarà un uomo di 42 anni, Marco di Paolo (nella foto in homepage) di Cansano (L’Aquila), ex poliziotto, colpito da sclerosi multipla. L’istanza avanzata dall’uomo sette mesi fa tramite i suoi avvocati Bartolo De Vita e Maria Teresa Saporito fu accolta già lo scorso mese di febbraio, ma soltanto oggi la fornitura di marijuana è approdata al nosocomio aquilano affinché venga somministrata al paziente.

Categorie Senza categoria