Contraccezione permanente: le tecniche

La contraccezione permanente non è un tema di cui si parla spesso eppure molte donne ne potrebbero trarre giovamento. Chiaramente dato il senso definitivo dell’azione, occorre che le signore in questione siano correttamente informate, adeguatamente motivate e soddisfatte del proprio stato familiare, oltre che consapevoli dell’irreversibilità. Tutto ciò non si può avere se manca un’informazione concreta delle varie tecniche di contraccezione permanente. Ma quali sono?

La contraccezione permanente e naturale

Una contraccezione permanente è possibile? Di sicuro sono numerose attualmente le tecniche ormonali e chirurgiche in grado di offrire una sicurezza che sfiora il 100% di affidabilità nel prevenire le gravidanze indesiderate, ma spesso sono invasive, necessitano di un intervento in sala operatoria o possono avere effetti collaterali o controindicazioni. Poco conosciuto, alternativo a tutto ciò e soprattutto efficace e naturale è invece il metodo Essure, già da qualche anno utilizzato in Italia ed eseguibile anche in strutture sanitarie pubbliche o convenzionate, in regime di Servizio Sanitario Nazionale.

Contraccezione permanente Essure ed allergia al nichel, si può fare?

Torniamo a parlare di Essure, una tecnica di contraccezione permanente dedicata alle donne che, giunte alla certezza di non volere più figli, devono scegliere il metodo ritenuto più opportuno per loro. Essure offre la possibilità di una sterilizzazione permanente senza terapie ormonali o interventi chirurgici (come avviene ad esempio per la legatura delle tube), grazie all’inserimento di alcuni piccoli dispositivi nelle tube di Falloppio che nell’arco di alcune settimane riescono a creare una barriera naturale, complici alcune fisiologiche reazioni dell’organismo. Il problema però, ci suggeriscono alcune lettrici riguarderebbe il materiale di cui questi dispositivi Essure sono composti: sono infatti costituiti da una particolare lega di acciaio, fibre in poliestere e Nitinol, (Nichel-Titanio), già molto utilizzato anche per la fabbricazione di alcuni tipi di cannule coronariche. La domanda allora è chiara: e le donne affette da allergia al nichel?

Essure, la contraccezione femminile permanente: efficacia, controindicazioni ed effetti collaterali, la parola all’esperto

Essure, è la contraccezione femminile permanente che si avvale di alcuni dispositivi atti a  stimolare una barriera naturale, fisiologica all’interno delle tube, senza bisturi o pillole a base di ormoni. In altre occasioni (qui) vi abbiamo già illustrato le indicazioni, la scheda tecnica ed i costi e ci siamo avvalsi delle ulteriori spiegazioni di un esperto (qui). Ma effettivamente, quanto è efficace questa tecnica contraccettiva definitiva? Ed esistono controindicazioni o rischi correlati? Abbiamo nuovamente chiesto il parere del prof. Gian Luigi Marchino, ginecologo, tra i primi medici ad aver applicato Essure in Italia (già da qualche anno) e responsabile del reparto di endoscopia ginecologica dell’Azienda Ospedaliera S. Anna di Torino.

Essure, la contraccezione definitiva spiegata dall’esperto ed il video descrittivo

Torniamo anche oggi a parlare di Essure, la tecnica di contraccezione permanente che non necessita di intervento chirurgico o ormoni, pur avendo dei risultati ottimali rispetto a tutte le altre metodiche di sterilizzazione o contraccezione temporanea. Stavolta però ci avvaliamo delle spiegazioni del professor Gian Luigi Marchino ginecologo responsabile del reparto di endoscopia ginecologica dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna di Torino, tra i primi ad aver testato nel nostro paese la tecnica Essure.

Essure, la sterilizzazione tubarica permanente: indicazioni, scheda tecnica, e costi

Essure® è una metodica di sterilizzazione femminile permanente, definitiva, già in uso in Italia e nel resto del mondo da qualche tempo, benché non troppo conosciuta. Ad un certo punto della vita, una donna può scegliere di non avere più figli e le soluzioni che si trova davanti sono molto diverse tra loro e vanno dalla tradizionale “legatura delle tube”, che consta di un intervento chirurgico con tanto di anestesia generale, alle terapie ormonali (come la pillola anticoncezionale) che possono avere effetti collaterali, oppure si avvalgono di dispositivi particolari  comunque temporanei (come la spirale o il diaframma). Essure invece ha caratteristiche e modalità d’azione tutte proprie.