Il gusto del cibo? Dipende dal colore del recipiente

Sapevate che la nostra percezione del gusto può cambiare a seconda del colore del recipiente nel quale è contenuto? E’ quello che ci indica uno studio condotto dal Politecnico di Valencia in collaborazione con l’Università di Oxford che ha dimostrato come la cioccolata calda sia percepita come più buona se se servita in una tazza di color arancione.

Chili in più colpa del gusto, l’obesità passa per la lingua

Come può accadere che soggetti inizialmente magri e in forma con il trascorrere degli anni accumulino così tanti chili in più da diventare quasi irriconoscibili? I fattori sono molteplici, alcuni genetici, altri derivanti da gravi patologie, dalla vita sedentaria, dallo stress che porta a mangiare molto, o ancora da disturbi alimentari e da gravi patologie che compromettono il metabolismo.

Certamente, uno dei comuni denominatori di chi subisce un eccessivo aumento di peso, anticamera dell’obesità, è il consumo smisurato di cibo, soprattutto dolciumi e alimenti particolarmente ricchi di grassi saturi.
Per quanto riguarda l’abuso di dolci, a far luce sui meccanismi che spingono i soggetti obesi e non ad ingozzarsi letteralmente di alimenti zuccherini, è una recente ricerca nell’ambito delle neuroscienze, effettuata da un gruppo di scienziati del Penn State College of Medicine. In base a quanto riportato nello studio, esisterebbe un legame tra il gusto e il peso corporeo, che spingerebbe gli obesi a consumare più dolci.