Frattura dita del piede e rischio lesione legamenti, che fare?

Richiesta di Consulto Medico su frattura dita del piede e lesione legamenti

“Mi è caduto un peso sopra il piede, sono stata all’ospedale, ho fatto i raggi e sono risultate fratture composte al II e III dito…non me le hanno fasciate ne staccate, mi hanno dato una scarpa ortopedica e consigliato ghiaccio e riposo…lavoro come modella quindi ora sono a casa…sono passate 2 settimane e sono molto preoccupata perché un dito è gonfio dolorante con l’unghia nera, credo sia normale…mentre l’altro è un storto spigoloso non si muove e sembra svenuto da una parte, temo una lesione al tendine…potrebbe essere? In tal caso cosa dovrei fare? So che è difficile capirlo senza vederlo, potrei inviarvi delle foto e lastre. Mi trovo all’estero e sono un po’ disperata…grazie e scusi il disturbo”

 

Infortuni sulle piste da sci: quali sono e come evitarli

La stagione invernale è appena cominciata e molti ne approfittano per andare a sciare nelle varie località turistiche di montagna, ma attenzione agli incidenti. Ogni anno, infatti, gli infortuni sulle piste da sci sono più di 30 mila e più del 70% delle persone che subiscono un incidente riportano traumi che rendono necessario rivolgersi ad una struttura sanitaria.

Infortunio al legamento crociato posteriore

Infortunio al legamento crociato posteriore

L’infortunio al legamento crociato posteriore è un parziale o completo strappo o stiramento di qualsiasi parte del legamento crociato posteriore (LCP).

CAUSE: Il legamento crociato posteriore è un potente legamento che si estende dalla superficie superiore-posteriore della tibia fino alla superficie inferiore-anteriore del femore. Il legamento impedisce al ginocchio l’instabilità posteriore, ovvero l’instabilità nella parte posteriore dell’articolazione. Il PCL di solito si infortunia per iperestensione (stress del ginocchio), come una caduta goffa dopo il salto. Un’altra causa comune è il ginocchio flesso, come ad esempio dopo un incidente d’auto.