Malate di tumore, tac urgenti rimandate al 2017

TAC urgenti rimandate al 2017 per due malate di tumore. Quella che assomiglia ad una brutta barzelletta sulla sanità italiana è in realtà ciò che è accaduto a Lecce presso l’ospedale Vito Fazzi. Un episodio che illustra pienamente la necessità di migliorare seriamente questo settore assistenziale.

Riflessioni sui ticket e la sanità pubblica

Non riesco a non condividere con voi lettori di Medicinalive le mie riflessioni sulla sanità pubblica. Pensieri forse banali, da umile cittadina che credeva in qualcosa che oggi ormai sembra volgere al decino. La nuova manovra finanziaria che impone un’aggiunta di 10 euro per ogni prestazione specialistica e 25 euro sul codice bianco in pronto soccorso rappresentano infatti la stangata finale. Non voglio entrare nel merito dei tagli promessi e non fatti (tipo quelli dello stipendio dei parlamentari), ma in una situazione già caotica ed in crisi di base questo non giova.

L’Italia è un Paese per vecchi

L’Italia è ai primissimi posti in Europa e nel mondo per longevità, con un’età media di 78,3 anni per gli uomini e di 83,9 per le donne, che sono al secondo posto, in Europa, dopo la Francia (84,4 anni); i maschi sono terzi, dopo Svezia e Cipro (78,8 anni). Tutelare e garantire il benessere di una fascia così ampia della popolazione risulta dunque fondamentale.

A questo proposito, è al via l’ottava edizione del convegno sulla “Terza età, ideato e promosso da Salute di Repubblica e organizzato da Somedia, in programma giovedì 22 e venerdì 23 maggio al Complesso Monumentale Borgo Santo Spirito, a Roma, poco distante dal Vaticano.