Tracoma: terapia, sintomi e definizione

Cosa è il tracoma? Quale è la sua causa? Conosciamo più da vicino questa malattia degli occhi al fine di comprendere in che modo approcciarla e quali possono essere le conseguenze del suo contagio.

Neuropatia ottica ereditaria di Leber, terapia a base di Raxone

Buone notizie per i pazienti europei affetti da neuropatia ottica ereditaria di Leber. L’EMA ha dato il via libera alla commercializzazione dell’idebenone, il cui nome commerciale è Raxone per la sua terapia.

Retinopatia della prematurità

Retinopatia della prematurità

La retinopatia della prematurità, o del prematuro, è un anomalo sviluppo dei vasi sanguigni nella retina degli occhi di un bambino prematuro.

CAUSE: I vasi sanguigni della retina iniziano a svilupparsi tre mesi dopo il concepimento e completano il loro sviluppo al momento del parto normale. Se un bambino è nato molto prematuro, lo sviluppo degli occhi può essere interrotto. Le vene possono smettere di crescere o crescere eccessivamente dalla retina nel liquido normalmente chiaro che riempie la parte posteriore dell’occhio. I vasi sono fragili e possono avere perdite, causando sanguinamento nell’occhio.

Il tessuto cicatriziale può svilupparsi e ritirarsi dalla superficie interna dell’occhio. Nei casi più gravi, questo può portare alla perdita della vista. In passato, l’uso di un eccesso di ossigeno per il trattamento dei neonati prematuri stimolava la crescita anormale delle vene. Attualmente, l’ossigeno può essere facilmente ed accuratamente monitorato, quindi questo problema è raro.

Il “trucco di Cleopatra” protegge gli occhi dalle infezioni

Cleopatra ci vedeva lungo non solo dal punto di vista politico, ma anche medico. Il trucco così particolare che aveva, come tutte le donne egiziane di una certa classe benestante, non serviva solo per una questione estetica o, come si credeva allora, per metterla al riparo dalle forze oscure del malocchio, ma la proteggeva contro le malattie degli occhi. O almeno così affermano alcuni scienziati francesi.

Il trucco estetico degli antichi Egizi risale a circa 4.000 anni fa, ed era utilizzato per scurire e adornare gli occhi con piombo e sali di piombo nelle miscele che ci mettevano circa un mese per amalgamarsi, ha spiegato Philippe Walter, che ha co-diretto un team di scienziati nel museo del Louvre e nell’istituto CNRS di ricerca nazionale. Afferma all’AFP che

Sapevamo che gli antichi Greci e Romani avevano notato le proprietà medicinali del make-up, ma abbiamo voluto determinare esattamente come.