Vene gambe visibili e in rilievo (gonfie), cosa fare?

Richiesta di Consulto Medico
Gentilissimo esperto, ho 32 anni e ho sempre avuto una vena un po in rilievo sul lato del ginocchio,da tempo ho notato che nelle gambe (frontalmente) e nelle cosce riesco a vedere le vene belle blu e nel ginocchio sembrano piccoli lividi…..pur non essendo particolarmente in rilievo..può essere dovuto al fatto che ho avuto una bimba due anni fa, e sono ancora un bel po’in sovrappeso……..oltretutto mia madre è stata operata alla safena anni fa. Quando cammino molto o sto molto in piedi sento le gambe e i piedi molto pesanti e fanno male..C’è qualcosa che posso fare oltre a una visita di controllo? Aspetto presto i suoi consigli,  Barbara.

 

 

L’intervento alla safena con la fotocoagulazione laser

L‘EVLT, ovvero la fotocoagulazione laser della vena safena, sostituisce oggi il trattamento classico dell’incontinenza safenica, rappresentato dalla safenectomia o stripping safenico. Questa tecnica innovativa mira all’eliminazione del reflusso safenico non, come nel caso della safenectomia, mediante l’asportazione della vena bensì con la sua chiusura dall’interno. La safena rimane dunque in sede, ma è come se non ci fosse più, assumendo le caratteristiche di un tubicino chiuso e inerte.

 Il sangue potrà così raggiungere i grossi collettori venosi principali attraverso vene collaterali sane e quindi non refluenti. Prima di praticare la fotocoagulazione laser, il paziente viene sottoposto all’ecocolordoppler, un esame eseguito con un apparecchio ad ultrasuoni al fine di accertare l’effettiva incontinenza della safena. Tracciato sulla cute e per mezzo dell’ecocolordoppler il decorso della safena da trattare, il paziente viene preparato con disinfezione e materiale sterile.

 Inizia quindi la fase di inserimento nella safena di una guida, di un cateterino e quindi della sottilissima fibra laser che viene fatta risalire sino allo sbocco della safena nella vena femorale (o nella poplitea nel caso in cui si intervenga sulla piccola safena). Il corretto posizionamento della fibra viene controllato per mezzo dell’ecografo. Una volta somministrata l’anestesia locale lungo il decorso della safena, la vena viene quindi fotocoagulata eseguendo una graduale e progressiva retrazione della fibra laser.

Le gambe pesanti: inconvenienti in viaggio/4

Le vene sono tubi che conducono il sangue di ritorno dalla periferia del corpo al cuore. Nelle gambe questo movimento è ostacolato dalla forza di gravità e favorito delle valvole venose, dalla contrazione dei muscoli, dal battito del cuore, dalla respirazione. In alcune circostanze, quando questi fattori non agiscono in piena efficienza, può insorgere l’insufficienza venosa con conseguente ristagno del sangue nelle gambe.

I sintomi sono:
  • Tensione e pesantezza delle gambe
  • Gonfiore delle caviglie e delle estremità, specialmente la sera
  • Pruriti
  • Crampi notturni

I sintomi possono manifestarsi dopo essere stati in piedi per lunghi periodi (per esempio in coda all’aeroporto) o seduti con le gambe raggomitolate, come nei lunghi viaggi aerei in classe economica.

Sindrome della classe economica