Staminali, ingannevoli spot su conservazione cordone ombelicale

Ancora problemi sul fronte delle cliniche private che si occupano di raccogliere il cordone ombelicale dei  nascituri per un eventuale creazione di cellule staminali: l’Antitrust ha infatti bollato come ingannevoli gli spot dei nosocomi non pubblici  relativi alle potenzialità di cura dei suddetti cordoni.  Sono sei le società attualmente messe sotto indagine.

Trapianto di cornea, in arrivo una tecnica innovativa

Spesso il trapianto corneale, in caso di grave compromissione della curvatura o della trasparenza della cornea, è l’unica soluzione per recuperare la vista. Oggi, l’intervento viene eseguito con l’ausilio di un microscopio e di strumenti operatori meccanizzati, anche chiamati “trapani”, che rimuovono la parte centrale della cornea opaca, che viene sostituita con un lembo trasparente proveniente da un donatore.

Tumore collo dell’utero: aceto test diagnostico low cost

Potrà sembrare poco ortodosso, ma un recente studio ne ha dimostrata l’efficacia: per diagnosticare un tumore al collo dell’utero basta utilizzare un po’ di aceto. Si può dire addio a pap test ed esami invasivi? Non proprio,  ma si ha a disposizione in questa maniera un metodo low cost da poter mettere in atto, per effettuare una diagnosi il più possibile tempestiva, anche nei luoghi sprovvisti di adeguate strutture mediche.

Scompenso cardiaco, naso elettronico fiuta la malattia

La ricerca fa passi da gigante mettendo a punto tecniche d’esame sempre meno invasive ed in grado di abbreviare i tempi di diagnosi. Almeno per alcuni tipi di patologie. Ultimo in ordine di tempo è stato presentato recentemente a Parigi, presso il congresso della Società europea di cardiologia, un naso elettronico in grado di rilevare la presenza di uno scompenso cardiaco. La novità è stata presentata da un gruppo di ricercatori tedeschi del policlinico universitario della città di Jena.

Alzheimer: cura possibile grazie ad huperzina A?

Sempre di più in questo ultimo anno si sta man mano verificando come la medicina tradizionale cinese possa essere di valido supporto alla medicina tradizionale. Specialmente per ciò che riguarda le malattie che colpiscono il cervello. L’ultima scoperta in ordine di tempo riguarda un raro muschio cinese, l’huperzia, che sembra avere dei particolari effetti positivi sulla cura dell’Alzheimer grazie ad un  suo estratto, l’huperzine A.

Ansia e depressione, la psicoterapia è online

L’ansia e la depressione si possono curare anche attraverso internet. Da tempo questa ipotesi si sta sviluppando ad esempio in supporto di chi soffre di anoressia, ma anche di disturbi ossessivo-compulsivi di vario tipo. Alcuni ricercatori hanno inoltre puntato l’attenzione sull’ansia e sulla depressione, testando direttamente diverse forme di comunicazione online. E’ il caso di Simon Gregory, uno psichiatra del gruppo Health Research Institute di Seattle che ha condotto uno studio sul trattamento di follow-up realizzato attraverso una chat afferente ad un sito di assistenza sanitaria.

Medicina naturale: coriandolo ottimo antibiotico

Quando veniamo colpiti da intossicazioni alimentari ed infezioni, il nostro corpo viene messo sotto scacco da diverse tipologie di batteri che mettono a dura prova il nostro sistema immunitario. Lo stesso assunto è valido per molte patologie derivanti dagli stessi. In questo caso ci vengono prescritti degli antibiotici specifici o ad ampio spettro a seconda di ciò che ci ha colpito. In natura esiste una spezia che solitamente viene usata in cucina, dalle particolari doti antibiotiche: il coriandolo.

Ecstasy per curare i tumori?

Non è la prima e non sarà l’ultima droga che si scopre avere proprietà benefiche per il corpo umano, ma certo è che l’ecstasy, la tipica droga “da discoteca” presa per sballarsi e avere energie fino alla mattina, pare sia in grado di combattere alcuni tipi di tumore. E la sorpresa è ancor maggiore notando che, a differenza di un’altra droga medicinale come la marijuana, non ha nulla di naturale.

Test di paternità: possibile già su feto di tre mesi

La ricerca in campo genetico sta facendo passo da gigante. E la possibilità recentemente annunciata di poter effettuare test di paternità su un feto di appena 12 settimane (tre mesi)  fa parte di ciò che questo progresso medico ha da offrirci.  Grazie ad uno studio condotto negli Stati Uniti da un laboratorio di ricerca privato, con sede nell’Ohio, da ora in poi sarà posssibile confrontare il Dna del feto, estratto dal sangue materno, con quello del papabile padre biologico.

Creato un antivirus universale: funzionerà?

Un antivirus universale? Non è più solo fantascienza. Una nuova sostanza, messa a punto nei laboratori del Mit (Massachusetts Institute of Technology di Boston) potrebbe combattere tutti i virus conosciuti e quelli ancora da individuare: dal raffreddore comune all’Ebola e dall’influenza all’Hiv passando per il virus dell’epatite! Come? Il prezioso farmaco sarebbe in grado di identificare le cellule infette (cioè colpite dal virus) tra quelle sane e di indurle all’apoptosi, alla morte, legandosi esclusivamente ad una particella (Rna), quella che si moltiplica diffondendo l’infezione: automaticamente si bloccherebbe la diffusione della malattia virale.

Tatuaggio elettronico per rilevare segni vitali pazienti

Un tatuaggio per verificare al volo le condizioni fisiche dei pazienti in modo tale da intervenire con un urgenza in caso di bisogno. Potrà sembrare un ipotesi fantascientifica. Nella realtà dei fatti è una tecnica messa recentemente a punto dai ricercatori dell’Università dell’Illinois al fine di trovare sempre migliori tecniche di assistenza per i malati, favorendo contemporaneamente una maggiore capacità di intervento nei loro confronti.

Trapianto totale di faccia: le foto del nuovo volto di Charla ed il video che spiega l’intervento

Ecco il nuovo volto di Charla Nash, dopo un trapianto totale di faccia avvenuto solo nello scorso mese di Giugno presso il Brigham and Women Hospital (BWH). Un successo, il terzo di questo tipo in tale struttura sanitaria dall’inizio dell’anno. La donna, che oggi ha 57 anni era stata aggredita e letteralmente sbranata da uno scimpanzé (“domestico”, di proprietà di un amico) nel 2009. Oltre il volto, il team di specialisti guidati dal Dott. Bohdan Pomahac, direttore del Programma trapianto BWH Chirurgia Plastica ha tentato anche un doppio trapianto delle mani che però purtroppo non è andato a buon fine: sono state rimosse per complicanze post operatorie.

Cuore, neonata operata mentre era nella pancia della madre

Quando si opera su dei neonati si parla sempre di interventi delicati e particolari, ma quello che è avvenuto a Torino qualche mese fa, e venuto alla luce solo oggi con la nascita della bambina ha dell’incredibile. Lo scorso 13 maggio infatti una neonata è stata operata al cuore, mentre si trovava ancora nel ventre della mamma, in piena gestazione. La bambina, il cui nome è Giulia, è nata tre giorni fa e le sue condizioni di salute, così come quelle della mamma sono ottime.

Distrofia duchenne, nuova terapia genetica salva muscoli

Un passo in avanti nella ricerca in merito alla distrofia di Duchenne è stato fatto: uno studio britannico è infatti riuscito a creare una sorta di “kit salva cellule” che promette di essere in grado di correggere il difetto genetico che si trova alla base di questa grave patologia. Parliamo della forma di distrofia muscolare con maggiore incidenza al mondo.