Micosi inguinale: cause, sintomi e terapia

di Redazione 2

La micosi inguinale, nota anche con il nome di tinea cruris, è un’infezione molto diffusa della zona inguinale ed è causata da funghi. Interessa prevalentemente gli uomini, tuttavia anche le donne possono esserne colpite, sebbene la causa scatenante sia un altro tipo di fungo: la candida, che inizia a livello vaginale e si diffonde alla cute esterna se non trattata. Vediamo quali sono le cause, la terapia e se esistono dei rimedi naturali.

Micosi inguinale: cause

La micosi inguinale è causata da un fungo chiamato trichophyton rubrum ed è favorita dall’umidità che rimane presente nella piega inguinale dopo i lavaggi e dopo i bagni in piscina o in acque aperte non cambiando subito il costume.

Micosi inguinale: sintomi

La micosi inguinale si manifesta con un eritema rossastro con bordi ben demarcati nella zona dell’inguine e dei genitali esterni. L’eruzione si può estendere alla parte interna della coscia sino ai glutei. L’arrossamento, inoltre, può essere accompagnato anche da prurito e sensazione di bruciore intorno all’inguine.

Micosi inguinale: terapia

Le micosi in generale richiedono un intervento tempestivo, in quanto se non curate possono perdurare e propagarsi in altre parti del corpo e quella inguinale non eccezione. In genere basta trattare il problema con farmaci da banco come Canesten spray o antimicotici in crema (es. Crema 2 S) se la micosi è localizzata, Pevaryl o prodotti in polvere se la micosi è diffusa.

Per migliorare la cura è fondamentale lavare tutti i vestiti a 60° (meglio se si aggiunge un igienizzante), lavarsi con saponi antibatterici e asciugarsi molto bene. È preferibile, inoltre, usare abiti in tessuto naturale e non aderenti e cambiare spesso i vestiti a contatto con i funghi. Con un trattamento appropriato la frequenza di guarigione è molto elevata, tuttavia alcuni soggetti, nonostante le cure, possono sviluppare una malattia cronica e in quel caso è necessario rivolgersi ad un medico, il quale potrà prescrivere farmaci più efficaci.

Photo Credit| Thinkstock

 

 

Commenti (2)

  1. fluconazolo per la cura della candida inguinale per quanto tempo puo essere usato?

    1. Non siamo medici e non sappiamo risponderti purtroppo, ma credo che se dopo i giorni di terapia indicata dal medico il problema continua…..devi farglielo presente. Il fluconazolo potrebbe non essere il farmaco giusto….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>