Home » MEDICINA ESTETICA » Fitness e Allenamento » 75 hard challenge, la preoccupazione dei nutrizionisti

75 hard challenge, la preoccupazione dei nutrizionisti

Dieta e allenamento estremo: è questa la 75 hard challenge sbarcata su Tik Tok che sta preoccupando i nutrizionisti sugli effetti che potrebbe avere sugli iscritti alla piattaforma. Cercare di migliorare la propria condizione fisica è sempre apprezzabile, ma è importante che l’obiettivo venga raggiunto in modo sicuro.

Challenge estrema su allenamento e dieta

Tik Tok raccoglie da sempre le testimonianze di chi vuole perdere peso o migliorare la propria salute fisica o mentale e quei video diari hanno sempre aiutato le persone a raggiungere il proprio scopo. La 75 Hard Challenge è però qualcosa di diverso che prende il nome, ovviamente, dalla 75 hard una lista di compiti giornalieri che prevede un insieme di esercizi fisici e dieta dalla durata di ben 75 giorni. Questo piano, inventato dall’imprenditore Andy Frisella, preoccupa molto gli esperti. Definita dal suo stesso autore come un “programma dedito a rafforzare la mente“, questa sfida non si basa sull’esperienza di qualcuno che ha reale competenza scientifica o accademica sulla perdita di peso o sull’esercizio fisico e lo dimostra proprio il modo in cui la challenge è organizzata.

Basta dare un’occhiata a qualche video per rendersi conto che questo piano non dà indicazioni precise sugli esercizi da eseguire o sul tipo di dieta da prediligere: indica semplicemente di allenarsi due volte al giorno per almeno 45 minuti a sessione e almeno una volta al giorno all’aperto. E ancora bere 4 litri d’acqua,  leggere almeno 10 pagine di saggi o contenuti informativi e fare una doccia fredda da 5 minuti. Per ciò che concerne la dieta da seguire le indicazioni non sono molte, tranne per il fatto di evitare alcolici o pasti extra.

L’allarme dei nutrizionisti sulla challenge

Se ci si chiede come la 75 hard challenge sia arrivata su Tik Tok la risposta è presto servita: Andy Frisella non è solo un influencer ma anche un interlocutore dei servizi di vendita di integratori alimentari. Il suo piano, pubblicizzato all’interno della sua attività, è arrivato sul social network cinee èd è diventato una challenge. Partito in sordina, questo programma ha trovato terreno fertile. Il problema è che un simile programma rischia di causare danni su più persone di quante si creda. Gli schemi di allenamento e di vita sono troppo rigidi e non tarati sulle necessità generali dell’organismo medio.

I nutrizionisti lamentano da tempo l’inadeguatezza di questo programma che non si basa sulla conoscenza della materia  e che potrebbe, spiegano, favorire un rapporto conflittuale con il cibo. E non solo: la mancanza di un supporto medico potrebbe causare molti danni ai quali potrebbe essere difficile rimediare.

Lascia un commento