Coronavirus, riapertura palestre: le regole

di Valentina Cervelli 0

Grazie al calo dei contagi da covid-19, dopo mesi di chiusura, le palestre hanno riaperto: quali sono le regole da seguire per lavorare al loro interno in tutta sicurezza e senza rischiare la creazione di nuovi focolai del virus?

Rispettare le norme di sicurezza anticovid

Tanti appassionati sono già tornati a riempire nuovamente le palestre con le loro tute e i loro esercizi: gli appassionati di fitness potranno finalmente smettere di fare attività fisica nel chiuso della propria casa o all’esterno nei parchi. Molti del settore non ce l’hanno fatta e sono stati costretti a chiudere la propria attività, ma per coloro che sono riusciti a sopravvivere vi è la necessità di rispettare delle norme di sicurezza importanti per farsi che il coronavirus non ritorni con l’ennesima ondata a riempire gli ospedali.

In questi mesi molti personal trainer si sono adeguati e hanno seguito i propri clienti attraverso dei corsi online dedicati: ora vi è bisogno di organizzarsi in modo adeguato e questo parte da contingentamento delle presenze. Gli assembramenti, A prescindere dalla la quantità di clienti che si possono potenzialmente avere, non sono permessi: questo significa dover prediligere la prenotazione piuttosto che l’ingresso libero dei clienti In modo tale da riuscire a gestire bene i flussi di persone.

Ovviamente quello della gestione della presenza non è la sola regola che bisogna rispettare: è necessario infatti prendere la temperatura delle persone all’ingresso e non consentire l’accesso in caso si registrino linee di febbre, invitando la persona a tornare a casa. All’interno della struttura bisogna poi rispettare i percorsi di entrata e uscita, possibilmente separati, indossando sempre la mascherina e togliendo la solo mentre si eseguono gli esercizi, mantenendo comunque almeno 2 m di distanza.

Conservazione elenchi e igienizzazione

Gli elenchi sui quali vengono registrate le temperature dovranno essere conservati per almeno 14 giorni da parte dei gestori delle palestre. Per ciò che concerne gli attrezzi ovviamente dovranno essere costantemente igienizzati dal personale della palestra e negli spogliatoi si dovrà rimanere il tempo minimo indispensabile per cambiarsi: non è possibile come nei tempi pre-pandemia fare le docce all’interno della struttura. I vestiti sudati dovranno essere riposti in un contenitore sigillato.

Purtroppo anche il campo del fitness si deve adeguare alla pandemia di coronavirus in atto: è consigliabile fare attenzione piuttosto che ritornare alle chiusure finora sperimentate. Per quanto infatti sia possibile per coloro che vogliono fare attività fisica seguire il video del proprio personal trainer o lavorare con lo stesso in privato dopo adeguata sottomissione al tampone, evidente che la possibilità di utilizzare gli attrezzi dedicati all’interno di un contesto protetto come una palestra è decisamente più conveniente sotto ogni punto di vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>