Coronavirus, malati non vaccinati costano 64 milioni al mese

di Valentina Cervelli 0

Il covid-19 fa pagare un caro prezzo in termini di salute a coloro che non sono ancora vaccinati, gravando allo stesso tempo e non poco sul Sistema Sanitario Nazionale: il prezzo è di 64 milioni di euro al mese, stando al report compilato dall’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (Altems) dell’Università Cattolica.

Costo ospedalizzazioni no vax alto

In questo caso è sottolineata la tipologia di malato perché il rapporto in questione è stato creato prendendo in analisi proprio i degenti ricoverati che non erano immunizzati: e stando ai numeri di certo è possibile rispondere a uno dei cavalli di battaglia dei no-vax che si chiedono perché devono pagare le tasse per curare coloro che hanno avuto reazioni avverse al vaccino. Questa indagine dimostra come il prezzo per curare chi non si vuole vaccinare sia decisamente più alto, più frequente e più gravoso.

Per quanto alcune persone necessitino di ospedalizzazione anche in caso di vaccinazione, di solito la degenza ha una prognosi positiva e in breve tempo. Tenendo conto delle ospedalizzazioni, tra i non vaccinati finiscono in area medica 12,19 persone ogni 100mila e in terapia intensiva 1,42 persone ogni 100mila abitanti: tra i vaccinati il rapporto scende a 1,51 persone ogni 100mila abitanti  in area medica e 0,11 persone ogni 100mila in terapia intensiva.

Parlando tecnicamente di numeri, i 64 milioni di euro al mese corrispondono a oltre 750 milioni di euro l’anno. L’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari (Altems) dell’Università Cattolica, nello stilare la sua ricerca ha preso in considerazione il periodo che va dal 20 agosto al 19 settembre 2021.

Costo degenza media importante per SSN

Durante questo lasso di tempo sono state 5.798 le persone non vaccinate ricoverate in area medica mentre 691 hanno avuto necessità di essere ricoverate in terapia intensiva per un totale di  6489 ai quali è corrisposta una spesa di 63.811.181 euro, di cui nello specifico 46.501.415 dedicati alle ospedalizzazioni in area medica e 17.309.766,11 a quelle in intensiva. Il costo della degenza media è variata per ogni paziente in base alle cure che sono state fornite. Calcolando una media di 11,3 giorni per coloro che sono rimasti in area medica e 14,9 per coloro che sono stati ricoverati in terapia intensiva è stato rilevato un costo di 709,72 euro per il ricovero in reparto e di ben 1.680,59 euro per chi ha soggiornato in terapia intensiva. Viene spiegato nel report:

Siamo di fronte a due pandemie diverse che corrono assieme: infatti, valutando l’incidenza settimanale ogni 100 mila abitanti, calcolata tenendo separate la popolazione non vaccinata, vaccinata con una sola dose e con due inoculazioni, si vede che le infezioni nella popolazione immunizzata si fermano a 24,98 ogni 100 mila abitanti a settimana, mentre nella popolazione non vaccinata l’incidenza è di 140,36 ogni 100mila abitanti.

Forse, sia in termini economici che medici, pensando alla sindrome long covid e alle possibilità di danni permanenti o morti, è più conveniente per tutti farsi vaccinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>