Home » MEDICINA TRADIZIONALE » Cardiologia » Giornata Mondiale del cuore: le 8 regole per vivere sano

Giornata Mondiale del cuore: le 8 regole per vivere sano

Oggi è la Giornata Mondiale del cuore, giornata dedicata alla prevenzione e all’istruzione dei cittadini sull’importanza di uno stile di vita sano. L’organizzazione della World Heart Federation ha posto l’accento sulla possibilità di prevenire le cardiopatie, una delle principali cause di morte al mondo, adottando stili di vita corretti ovunque, dall’alimentazione in casa al comportamento sul posto di lavoro.

Il trucco fondamentale, volendo semplificare, è fare movimento, seguire una dieta sana ed alleviare le tensioni. Come fare? Continuate a leggere per scoprirlo.

1) Controllare colesterolo, trigliceridi, glicemia ed ipertensione, cioè i principali fattori di rischio della cardiomiopatia.

2) Buone abitudini quotidiane. Anche se non siete più ventenni, non significa che non possiate fare un po’ di attività fisica ogni giorno. Cominciare dunque ogni giorno con una sana colazione, recarsi al lavoro a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici, prendersi almeno un’ora di pausa per il pranzo, senza mangiare un panino alla scrivania, e limitare i caffè e le ore passate davanti alla tv.

3) Evitare le stress. Con il lavoro questo può essere difficile, per questo è importante fare dell’attività fisica per sfogarsi ed imparare tecniche di rilassamento come yoga ed altre discipline simili.

4) Stop alle comodità. Può essere comodo prendere l’ascensore, ma se lavorate al secondo o terzo piano, è più salutare prendere le scale che rimanere chiusi in cabina. Quest’attività diminuisce il sovrappeso e migliora la pressione sanguigna. Inoltre può rientrare tra i metodi antistress e, tagliando il fiato, fa passare la voglia di fumare.

5) Dieta sana. Fondamentale è non saltare nessuno dei tre pasti principali della giornata, ed in particolare colazione e pranzo. L’alimentazione scorretta causa obesità e fa affaticare il cuore, dunque meglio uno snack al mattino e a pranzo un pasto senza molti grassi e zuccheri, ma meglio verdura, ortaggi, legumi e frutta. Ok il pesce, limitare la carne a quella bianca, e far diventare l’eccezione (e non la regola) la carne rossa.

6) Controllare il peso. L’eccesso di peso porta al diabete, colesterolo alto e soprattutto affatica il cuore. Limitare dunque la quantità di calorie assunte in base a quelle che spendete durante il giorno, limitate i grassi e la sedentarietà, ma fate quanto più movimento possibile. In casi estremi anche mezz’ora al giorno è sufficiente. Considerate il BMI (Indice di Massa Corporea) che si calcola rapportando il peso all’altezza. Se il valore supera 30, vuol dire che siete nella soglia dell’obesità.

7) Non fumare. Il fumo è il peggior nemico del vostro corpo. Esso favorisce l’aterosclerosi che può portare all’ictus, considerando solo i danni cardiovascolari, anche se le patologie che il fumo comporta sono tante altre. Non prendere mai il vizio è un grosso aiuto al vostro cuore, come lo è il cercare di smettere. Ma se proprio non ci riuscite, anche diminuire il numero di sigarette fumate ogni giorno può incidere notevolmente.

8 ) Insegnare ai bambini a muoversi. Un bambino sedentario è molto più esposto all’obesità di un adulto. Qualsiasi attività fisica sarà meglio di fargli passare ore davanti alla tv, sia a livello fisico che psicologico.

[Fonte: Repubblica]

Lascia un commento