Tumore del colon, meno rischi con il caffè?

di Redazione 0

Il caffè potrebbe ridurre il rischio di sviluppare il tumore del colon, una neoplasia altamente diffusa, terza solo al carcinoma mammario nella donna e al tumore al polmone nell’uomo. Secondo uno studio condotto dai ricercatori del National Cancer Insitute di Rockville in America, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, 6 tazzine di caffè al giorno riducono l’incidenza dei tumori all’intestino del 40%.

Il tumore del colon è causato dalla proliferazione incontrollata delle cellule della mucosa che riveste questo organo. Nei Paesi occidentali è una malattia molto frequente, soprattutto a partire dai 60 anni, e raggiunge il picco massimo intorno agli 80 anni, colpendo in egual misura uomini e donne. Sebbene si tratti di una neoplasia con un’incidenza piuttosto alta, negli ultimi anni c’è stata una diminuzione della mortalità, grazie anche alla diagnosi precoce, alla diffusione di un’informazione più adeguata e ai miglioramenti a livello terapeutico.

Gli studiosi americani hanno esaminato un campione di 489.708 individui, incrociando i dati sulle abitudini alimentari con quelli sull’incidenza del tumore del colon. Il caffè si è dimostrato efficace soprattutto sui tratti inziali del colon, sebbene non tutti i tipi di caffè abbiano lo stesso effetto. Quello decaffeinato, infatti, non sortisce la stessa azione protettiva, mentre il , che pure contiene caffeina, anche se in dosi minori, sembra non avere alcuna attività di protezione.

Secondo gli esperti, bevendo 6 tazzine di caffè si riduce non soltanto il rischio del cancro al colon, ma anche del tumore alla prostata. Quattro tazzine, invece, sarebbero sufficienti a proteggersi dal tumore dell’utero e dal diabete. Tuttavia, si tratta di quantità piuttosto eccessive, e già superando la soglia di 4 tazzine di caffè si rischia di incorrere in svariati effetti collaterali quali iperattività, nervosismo, insonnia, e tachicardia. Secondo il mio modesto parere, talvolta le ricerche, per quanto siano interessanti, languono dal punto di vista dell’applicazione pratica.

Photo Credits|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>