Ormone dell’amore per curare i muscoli?

di Valentina Cervelli 0

Ormone dell’amore o ossitocina: qualsiasi sia il nome con il quale si decida di chiamare questa sostanza che viene secreta dalla ghiandola pituitaria del cervello non vi sono dubbi: non solo è un coadiuvante delle relazioni sociali, ma è anche un toccasana per la riparazione dei muscoli.

 

Ce lo conferma uno studio dei ricercatori dell’Università della California a Berkeley, nel quale viene dimostrato come l’ossitocina sia in grado di agire efficacemente apportando benefici a livello muscolare. Sapevate che l’ossitocina è la prima molecola antinvecchiamento approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) per l’uso clinico nell’uomo? Il nostro organismo la secerne quando abbracciamo qualcuno, quando abbiamo un rapporto sessuale. Ma ancor primariamente, è quell’ormone che il corpo delle donne produce in grandissime quantità al momento del parto e dell’allattamento.

Quello che la ricerca californiana, pubblicata sulla rivista di settore Nature Communications,  ha rivelato è che oltre che a preservare le relazioni sociali l’ossitocina è fondamentale anche nella conservazione e riparazione dei muscoli sia in caso di vecchiaia, sia quando si presentano patologie come la sarcopenia, malattia che riguarda proprio la perdita di massa muscolare. Partendo da questo punto i ricercatori vogliono mettere a punto dei farmaci che possano aiutare le persone ad affrontare meglio, se non addirittura curare, i problemi muscolari legati ad invecchiamento e patologie. Non dobbiamo dimenticare che l’ossitocina, in una sua forma sintetica, è già in corso di valutazione per gli effetti che potrebbe avere contro i disturbi mentali (autismo, schizofrenia e demenza, N.d.R.) e che già viene utilizzata per favorire il travaglio nelle donne. Commenta la dott.ssa Irina Conboy, coordinatrice dello studio:

La maggior parte delle molecole scoperte finora per promuovere la rigenerazione dei tessuti sono anche associate con il cancro, cosa che limita il loro potenziale come trattamento per gli esseri umani. La nostra missione è di trovare una molecola che non solo ringiovanisca i vecchi muscoli e altri tessuti, ma che possa farlo in modo sostenibile a lungo termine senza aumentare il rischio di cancro.

E l’ossitocina sembra rispondere a questi requisiti.

Fonte | Nature Communications

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>