Home » MEDICINA DELLA MENTE » Psicologia » Dimagrire aumenta il rischio depressione

Dimagrire aumenta il rischio depressione

Dimagrire non sempre fa bene, anzi: in alcuni casi può anche aumentare il rischio di depressione, così come spiegato in uno studio pubblicato sulla rivista Plos One nel quale si è visto che le persone sottoposte a dieta alimentare aumentano, nel periodo successivo, il rischio di essere colpite da disturbi psicologici.

Lo studio è stato condotto su 2mila persone sovrappeso in Gran Bretagna; tra quelle che avevano perso più del 5% del loro perso corporeo si è visto che gli effetti sulla psiche non erano stati positivi. Depressione, malessere, senso di inadeguatezza, spossatezza perenne: erano questi i sintomi legati al dimagrire. Sarah Jackson, nutrizionista che ha condotto la ricerca, ha spiegato:

Non vogliamo scoraggiare nessuno dal cercare di perdere peso perché ha enormi benefici fisici, ma la gente non deve pensare che dimagrendo migliorerà tutta la loro vita da subito. Chi cerca di dimagrire non deve avere paura di chiedere aiuto ad amici, famiglia o professionisti sanitari

Gli effetti benefici del dimagrire sono tantissimi e soprattutto in alcuni casi, ovvero quando i chili in eccesso sono davvero tanti, perdere peso rimane l’unica strada percorribile per migliorare non solo la qualità dei movimenti ma anche la qualità della vita: un corpo più leggero, soprattutto alla lunga distanza, regge nettamente meglio di uno affatticato dai chili in più.

Depressione e dimagrimento, però, possono essere correlati, come spiega la coordinatrice della ricerca inglese che sottolinea di come troppo spesso si pensa che il calare di massa corporea e di peso sia già di per sé il biglietto per il buonumore. Non è così e anzi, in alcuni casi può succedere proprio il contrario: stressato e messo a dura prova da un regime alimentare ferreo che non prevede alcuna gratificazione (le diete sono più o meno tutte così) il corpo accusa il colpo e comincia a dare segnali di cedimento; stessa cosa per la psiche che, a fronte di una silhouette più bella, può non trovare gli stimoli giusti per guardare alla vita con il sorriso.

Foto | Thinkstock

 

Lascia un commento