Personalità, come agisce sull’invecchiamento cerebrale

di Redazione 1

La personalità può influire significativamente sul processo di invecchiamento cerebrale. E’ quanto sostiene un recente studio coordinato da Denis Head, professore di psicologia alla Washington University.
Studiando le immagini della risonanza magnetica di 79 volontari di età compresa tra i 44 e gli 88 anni – che avevano anche fornito dati sulla loro personalità – i ricercatori hanno scoperto volumi inferiori di materia grigia nelle regioni frontale e temporale mediale del cervello nelle persone maggiormente afflitte da nevrosi, rispetto ai maggiori volumi di materia grigia riscontrati nelle persone diligenti, estroverse e coscienziose.
La corteccia orbitofrontale, che fa parte della regione prefrontale ed è coinvolta nei processi sociali ed emotivi ha mostrato analoghe associazioni con la personalità.

“Questo è un primo passo per scoprire come la personalità potrebbe influenzare l’invecchiamento cerebrale,” spiega Denise Head, “I nostri dati mostrano chiaramente un’associazione tra personalità e volume del cervello, in particolare nelle regioni del cervello associate con l’elaborazione emotiva e sociale. Alla luce di questi dati, possiamo ipotizzare che la personalità è in grado di influenzare il tasso di invecchiamento del cervello.”

Gli individui più estroversi e socievoli e con un maggiore auto-controllo sono cerebralmente più attivi ed il loro cervello invecchia più lentamente, al contrario i soggetti nevrotici tenderebbero ad una maggiore e precoce perdita di tessuto cerebrale.

“Ci sono molti studi su animali che suggeriscono che lo stress cronico è associato con effetti deleteri sul cervello, e questo ci ha aiutato a formulare l’ipotesi che avremmo osservato effetti simili negli umani anziani.” spiega Jonathan Jackson, laureando del professor Head che ha partecipato alla ricerca.

Questi studi sono molto importanti per capire come fermare lo sviluppo di malattie come la demenza ed il morbo di Alzheimer, che interessano il cervello in età anziana.
Lo studio completo è stato pubblicato dalla rivista di divulgazione scientifica Neurobiology in Aging.

[Fonte: Washington University in St. Louis (2010, April 27). Personality may influence brain shrinkage in aging. ScienceDaily. Retrieved April 28, 2010, from http://www.sciencedaily.com /releases/2010/04/100426092809.htm]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>