Home » COSTUME & SOCIETA' » Curiosità » “Mi guarda, allora ci sta”: la commedia degli equivoci

“Mi guarda, allora ci sta”: la commedia degli equivoci

Lui: “Ero convinto di piacerti“. Lei: “Ma come? Ti ho sempre considerato solo un amico“. Ecco la tipica conversazione fra una donna stupefatta e un uomo che sta per ricevere un due di picche. Uno scambio di battute che avviene tutti i giorni in tutto il mondo. Perché, come dice una ricerca dell’Indiana University su 280 20enni, tutti gli uomini tendono a sovrastimare l’interesse delle donne nei loro confronti.

Si tratta di una sorta di incapacità di cogliere le sfumature emotive del linguaggio non verbale spesso usato dalle donne. E così non è raro che un sorriso di pura amicizia venga registrato dal cervello maschile come una prova innegabile di interesse sessuale.



Secondo i risultati della ricerca, infatti, al 68% delle ragazze è capitato almeno una volta di dover arginare “l’attacco” di un pretendente che si era autoconvinto di essere più che ricambiato. L’incapacità di interpretare correttamente i segnali femminili, secondo lo studio, vale anche quando una donna cerca di far trapelare il proprio interesse. In questo caso, manco a dirlo, i maschi scambieranno l’avance per un gesto d’amicizia. Per fortuna, alla fine, qualcuno riesce a capirsi.

Lascia un commento