Home » MEDICINA DELLA MENTE » Psicologia » Scelta di un partner, le donne sono meno precipitose

Scelta di un partner, le donne sono meno precipitose

Le donne single attendono più a lungo quando cercano un uomo che gli faccia da partner rispetto a quanto non avviene in senso contrario. A definirlo è il neuroscienziato Heather Rupp, del The Kinsey Institute presso l’Indiana University, che ha condotto un esperimento su uomini e donne sottoponendogli 510 foto di volti dei membri del sesso opposto. Davanti ad esse i partecipanti avevano reazioni diverse, a seconda se le foto ritraevano persone attraenti, in base alla mascolinità/femminilità, e altre valutazioni soggettive.

Lo studio comprendeva 59 uomini e 56 donne di  età tra i 17 e i  26 anni, tutti eterosessuali, da una varietà di etnie e che non avevano utilizzato contraccettivi ormonali di recente. Alcuni dei partecipanti avevano dei partner, mentre altri erano single (di questi 21 donne e 25 uomini). Lo studio, pubblicato sulla rivista Human Nature, ha scoperto che le donne, sia single che fidanzate, facevano simili valutazioni soggettive delle foto, ma le donne sole trascorrevano più tempo a valutare le foto. I ricercatori dicono che  ciò dimostra che queste donne si sono dimostrate più interessate.

Al contrario, e questo dato non ha sorpreso nessuno, nessuna differenza è stata trovata tra i single e i fidanzati maschi.

I risultati possono riflettere le differenze di sesso nelle strategie riproduttive che possono agire in una fase precoce dei processi cognitivi di potenziali partner e contribuire alla maggior attrazione sessuale grazie alle maggiori differenze

ha affermato Rupp. Un altro studio ha rilevato una differenza di genere nei voti degli uomini e delle donne dati al sesso opposto, sia tra i single che tra i fidanzati. Le donne avevano più probabilità di trovare più attraenti solo gli uomini sposati, mentre gli uomini trovavano le single e le donne sposate ugualmente attraenti. Altri studi hanno rilevato che la soddisfazione nel guardare una persona del sesso opposto in una foto e trovarla attraente può dipendere anche dal tempo con cui la si guarda. Ma i risultati sono stati sorprendenti: più tempo si guardava la foto, meno la persona ritratta sembrava attraente.

Precedenti studi hanno inoltre dimostrato che gli ormoni possono influenzare gli obiettivi e le relazioni, nonché l’interesse di una persona verso il sesso opposto, ma questo studio è stato il primo a scoprire che avere un partner sessuale stabile forma questo interesse.

[Fonte: Livescience]

Lascia un commento