Cuore, caffè: mai più di 4 tazzine al giorno

di Valentina Cervelli 1

Vi piace sorseggiare una tazzina di caffè ogni tanto nel corso della giornata? Non dovete preoccuparvi, a patto che rimaniate sotto il limite delle quattro tazzine.  Non per la bevanda di per se stessa, ma per la presenza della caffeina, il naturale stimolante che l’accompagna.  Il consumo di questa sostanza non dovrebbe essere più alto dei 300 mg al giorno.

Un limite da imporre per evitare che lo stimolo derivante dalla caffeina crei problemi non solo a livello cardiovascolare, ma anche a livello renale e gastrointestinale. Spiega il prof. Marcello Ricca, docente di Scienze dell’Alimentazione:

La caffeina è un alcaloide, una sostanza psicostimolante ma non dà dipendenza né assuefazione. Al contrario esiste una tolleranza, e infatti nei bevitori abituali gli effetti sono più blandi che in quelli occasionali.  La quantità che si consiglia di non superare è di circa 4 tazzine al giorno. A chi ha un’ulcera o soffre di gastrite acuta, reflusso gastroesofageo, ipertiroidismo o malattie renali croniche si consiglia di evitare il caffè o di ricorrere al decaffeinato.

Non si tratta quindi della demonizzazione del caffè, che caffeina permettendo, contiene al suo interno anche diverse sostanze bioattive ed antiossidanti come il potassio ed il magnesio. Continua il luminare.

Ha una composizione chimica complessa con potassio e magnesio e numerosissime sostanze bioattive, fra le quali molti antiossidanti: una tazzina ne contiene più di un bicchiere di succo di mirtillo o di tè. Fra questi l’acido clorogenico, che ostacola anche l’assorbimento del glucosio nell’intestino, abbassando un po’ la glicemia postprandiale.

Una delle peculiarità del caffè è quella di dare “energia” spendibile immediatamente al corpo umano e di aiutare chi lo assume a rimanere sveglio. Attenzione: quest’ultima peculiarità dipende tutta dalla capacità genetica dell’organismo di metabolizzare la caffeina. Se vi piace la miscela bevuta alla turca, attenzione al colesterolo: nel caffè non filtrato,  le sostanze grasse non vengono bloccate.

Articoli Correlati:

Caffè, fa bene o fa male? Dipende

Caffè: tre tazzine al giorno proteggono dalle malattie

Fonte: Corriere della Sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>