Integratori per dimagrire, i peggiori secondo Altroconsumo

di Valentina Cervelli 0

Per perdere peso spesso le persone ricorrono a integratori per dimagrire. Il vero problema è che non consultano prima il proprio medico o uno specialista, affidandosi a un fai da te che può creare molti danni. Vediamo insieme quali sono i più pericolosi secondo Altroconsumo.

Fare attenzione a prodotti contraffatti

La risposta, semplice e secca: quasi la totalità di quelli venduti su siti come Aliexpress, Wish e Amazon. Quando si decide di prendere in considerazione l’assunzione di questa tipologia di prodotti, bisogna agire con coscienza per non rovinare la propria salute. Perdere peso dovrebbe essere un percorso strutturato in maniera adeguata da un esperto, capace di preparare regimi alimentari adatti alle esigenze della persona.

Gli integratori per dimagrire sono spesso considerati una soluzione rapida ed efficace. Il problema è che se non vengono eseguiti controlli validi si rischiano conseguenze molto gravi. Altroconsumo ha analizzato il mercato ed ha scoperto che almeno l’80% dei prodotti che sono commercializzati presenta irregolarità nell’etichetta e indicazioni di tipo ingannevole. Addirittura alcuni avevano al loro interno sostanze pericolose e farmaci non ammessi legalmente tra quelli che dovrebbero essere gli ingredienti degli integratori per dimagrire.

Almeno cinque sui trenta selezionati a campione presentano al loro interno ingredienti come anfetamina e acido salicilico e un principio attivo che di solito si utilizza per i problemi della pelle che non andrebbe ingerito. Solo uno degli integratori che sono stati analizzati è risultato essere regolare sotto ogni punto di vista.

Necessari maggiori controlli su integratori per dimagrire

Le piattaforme che hanno messo in vendita questi integratori per dimagrire dovrebbero rispettare in modo più serrato le norme sulla sicurezza vigenti nel nostro Paese. Prendiamo ad esempio i campioni di anfetamina contenuti in alcuni prodotti con il nome di amphetaminil: si tratta di una sostanza dal potere anoressante e psicostimolante che da anni è illegale in Italia.

Essa è classificata come sostanza stupefacente e un integratore, in Italia, non può contenere farmaci nella propria formulazione. In alcun casi non sono stati riscontrati all’interno degli integratori le sostanze indicate nell’etichetta.

Come difendersi quindi dagli integratori per dimagrire pericolosi? Semplicemente non comprandoli ma rivolgendosi a un medico specializzato che sappia indicare il giusto regime alimentare da seguire all’interno di uno stile di vita sano. Sarà lui stesso, nell’eventualità che ve ne sia bisogno a indicare eventuali integratori da assumere, ma solo se necessari all’organismo.

Se proprio volete comprare degli integratori per dimagrire, cercate di verificare che presentino tutte le informazioni obbligatorie per essere distribuite secondo la legge, come il produttore con nome e indirizzo, la dose giornaliera raccomandata e tutte le sostanze che compongono il prodotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>