Salute mentale e conseguenze sul lungo periodo: la storia di Britney Spears

di Valentina Cervelli 0

Quando si pensa a Britney Spears, il pensiero va a quell’unico episodio di rabbia psicotica che è stato in grado di segnare la sua vita e che oggi, davanti alla sua testimonianza a un giudice californiano per liberarsi dal controllo del padre, fa comprendere come sia necessario prendersi cura della salute mentale per non subire conseguenze sul lungo periodo.

Salute mentale Britney Spears non curata adeguatamente

Va sottolineato, la storia di Britney Spears è un po’ un caso limite: dopo l’incidente nel quale ha spaccato il vetro di una macchina con un ombrello è stata posta sotto la custodia del padre e nel corso di questi anni, nonostante le pubbliche rassicurazioni, era parso che qualcosa non fosse stato opportunamente gestito per ciò che concerneva la sua salute mentale e fisica. Quello che nessuno  si aspettava è che il management e con molta probabilità anche la sua famiglia, piuttosto che aiutarla a guarire consentendole di seguire una terapia adeguata ai bisogni, abbiano preferito sfruttarla facendole assumere dei medicinali non adatti alle sue condizioni.

Britney Spears non è l’unica star di Hollywood che per molto tempo ha avuto la necessità di combattere con i suoi demoni e con la sua salute mentale: uno degli esempi più importanti che è possibile fare  è quello di Demi Lovato che, in seguito ad un overdose di sostanze stupefacenti occorsa qualche anno fa, è stata in grado di riprendere in mano la sua vita proprio affidandosi a terapeuti esperti e a una terapia adatta a gestire il suo disturbo bipolare.

Medicinali sbagliati e depressione

La cantante della Louisiana non sembra essere stata così fortunata, almeno stando a ciò che ha raccontato davanti alla corte di Los Angeles: un racconto lucido e dettagliato di come è stata trattata e di come le siano state somministrate medicine non adatte al suo stato di salute che le hanno solo causato depressione e disagio ulteriore.

È importante prendersi cura della propria salute mentale: in Italia almeno una persona su quattro ogni anno affronta problemi relativi alla sfera psicologica o psichiatrica. Agire immediatamente, affidandosi a professionisti esperti, rappresenta quasi sempre la soluzione ideale in grado di riportare la persona ad uno stato di salute ottimale.

Nel nostro paese la psichiatria è affrontata in maniera differente dal passato e le terapie sono basate sia su farmaci importanti ma anche sulla riabilitazione: qualcosa che in America non è particolarmente diffuso. La mancanza del lavoro di un’équipe multidisciplinare in grado di affrontare in modo giusto il problema mentale del paziente porta alla nascita di casi limite come quello della Spears che ora, dopo tredici anni, chiede a gran voce di poter avere nuovamente la sua libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>