Ipertensione maligna

Ipertensione maligna

L’ipertensione maligna viene solitamente definita come pressione sanguigna molto alta, con rigonfiamento del nervo ottico dietro l’occhio. Il gonfiore del nervo ottico è chiamato papilledema.

CAUSE: La malattia colpisce circa l’1% delle persone con pressione alta, sia bambini che adulti. È più comune nei giovani adulti, soprattutto uomini americani africani. Essa si verifica anche nelle donne con tossiemia della gravidanza, e le persone con disturbi renali o disturbi vascolari del collagene. Si è ad alto rischio per l’ipertensione maligna se si ha avuto insufficienza renale o ipertensione renale causata da stenosi dell’arteria renale.

Malattia polmonare veno-occlusiva

Malattia polmonare veno-occlusiva

La malattia polmonare veno-occlusiva è una forma estremamente rara di alta pressione sanguigna nella zona del polmone.

CAUSE: Nella maggior parte dei casi, la causa della malattia polmonare veno-occlusiva è sconosciuta. La condizione può essere collegata ad un’infezione virale. Si può verificare come complicanza di alcune malattie come il lupus, leucemia, linfoma, chemioterapia o trapianto di midollo osseo. La malattia è più comune tra i bambini e i giovani. Quando la malattia peggiora, provoca una restrizione nelle vene polmonari, ipertensione polmonare, congestione e gonfiore dei polmoni.

Troppo fruttosio aumenta il rischio di ipertensione

Ingerire troppo fruttosio, sotto forma di zuccheri aggiunti, può comportare un aumentato rischio di sviluppare l’alta pressione sanguigna, o ipertensione, secondo uno studio che sarà pubblicato sul prossimo numero della rivista della Società Americana di Nefrologia (JASN). I risultati suggeriscono che tagli sui prodotti alimentari e bevande che contengono un’alta dose di fruttosio (zucchero) potrebbero diminuire il proprio rischio di sviluppare l’ipertensione.

L’alta pressione sanguigna è una condizione cronica molto comune nei Paesi sviluppati ed uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiache e renali. I ricercatori stanno cercando di identificare i fattori ambientali che potrebbero essere responsabili dello sviluppo dell’ipertensione, e sospettano che il fruttosio possa avere un ruolo. Nel corso del secolo passato, un improvviso aumento del consumo di questo zucchero semplice, che viene utilizzato per addolcire una grande varietà di alimenti preconfezionati, rispecchia l’incredibile aumento della prevalenza dell’ipertensione.

Cioccolato, rimedio per la pressione alta e aiuto per il cervello

Secondo l’Università di Harvard, il cioccolato potrebbe essere la nuova panacea per l’alta pressione sanguigna. I ricercatori hanno studiato una tribù di indiani di un’isola dei Caraibi al largo di Panama, i quali hanno perfetta pressione sanguigna e un numero minore di incidenza di mortalità da infarti, ictus, diabete e cancro.

Qual è il loro segreto? I membri della tribù Kuna bevono cinque tazze di cacao ogni giorno. I ricercatori stanno studiando la tribù, la loro dieta, e l’effetto del cioccolato sulla salute, ed hanno scoperto che il cioccolato ha un effetto rilassante sui vasi sanguigni, che consente di migliorare il flusso di sangue a causa della presenza di flavanoidi. I flavanoidi sono un tipo di antiossidante, e il cioccolato è una delle migliori fonti. I ricercatori sospettano che essi stimolino la produzione di ossido di azoto, il quale aumenta il flusso sanguigno e agisce come un fluidificante del sangue. L’ossido di azoto inoltre stimola la produzione di insulina in modo che cioccolato può essere un aiuto per i diabetici, sempre che non contenga zuccheri dannosi.