Distrofia muscolare, studio italiano su nuovo mix farmaci

Una terapia in grado di combattere i danni muscolari relativi alla distrofia muscolare. E’ stato questo il fine ultimo di uno studio condotto dall’Università di Milano in collaborazione con l’Unità Neuromuscolare dell’IRCCS Medea: i risultati, pubblicati sulla rivista Pharmacological Research, hanno riguardato l’efficacia del mix ibuprofene – isosorbide dinitrato nel controllo dell’infezione muscolare derivante dalla patologia.

Distrofia muscolare dei cingoli: il punto della situazione

La distrofia muscolare dei cingoli è una malattia genetica molto particolare appartenente alla famiglia delle distrofie. Essa colpisce in particolare i muscoli pelvici e scapolari ed è caratterizzata, in quanto a sintomatologia da difficoltà motorie di diversa tipologia, problemi a muovere le braccia e le gambe. Ne esistono diverse forme a seconda del difetto genetico responsabile. Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Distrofia muscolare dei cingoli

Distrofia muscolare dei cingoli

La distrofia muscolare dei cingoli racchiude almeno 18 diverse malattie ereditarie, che prima colpiscono i muscoli di tutto il cingolo scapolare e fianchi, poi peggiorano, ed eventualmente coinvolgono altri muscoli.

CAUSE: La distrofia muscolare dei cingoli è una malattia ereditaria che comporta la debolezza muscolare e atrofia (distrofia muscolare). Nella maggior parte dei casi, entrambi i genitori devono passare il gene difettoso al bambino affinché si ammali (autosomica recessiva).