Sclerosi multipla in Italia: il punto della situazione

La sclerosi multipla sta conquistando negli anni un ruolo decisamente negativo, conquistando idealmente il titolo di nuova piaga sociale a livello medico: le statistiche ci indicano infatti come ogni anno, solamente nel nostro paese si ammalino almeno 1800 persone. In questi giorni, a Roma, i maggiori esperti del settore si sono riuniti per fare il punto della situazione. Soprattutto in virtù della ricerca di nuove terapie per combattere la malattia e trovare delle risposte che nell’attesa di una cura risolutiva possano rispondere adeguatamente alle esigenze dei malati.

Giornata Mondiale della sindrome di Down, 21 marzo 2012

Oggi si celebra la Giornata Mondiale della sindrome di Down, istituita nel novembre scorso dall’ONU il 21 marzo. La scelta della data non è casuale, questa malattia, infatti, è dovuta a un’anomalia genetica, 1 cromosoma in più (3 invece di 2) nella coppia n. 21. L’iniziativa è stata promossa dal Coordinamento nazionale delle associazioni CoorDown, in collaborazione con altri partner e mira a sensibilizzare l’opinione pubblica verso il tema della disabilità.

Atrofia muscolare spinale, scoperto farmaco che riduce danni

L’atrofia muscolare spinale è una malattia neurodegenerativa riguardante le corna anteriori del midollo spinale, ovvero le cellule dalle quali partono i nervi diretti ai muscoli ed adibiti alla trasmissione dei segnali motori. Una nuovo farmaco messo a punto in Scozia promette di curare le lesioni causate dalla patologia e migliorare le aspettative di vita dei pazienti. L’atrofia muscolare spinale colpisce i muscoli motori, con una particolare incidenza di quelli relativi agli arti, alla testa ed alla deglutizione.

Sindrome di down, scoperto gene fattore di rischio per leucemia

I bambini affetti da sindrome di down hanno un maggiore rischio di ammalarsi di leucemia nella fase dello sviluppo rispetto ai bambini sani. Con particolare presentarsi della leucemia acuta megacarioblastica e della leucemia linfoblastica acuta.  Lo sostiene una ricerca condotta dagli scienziati della  Northwestern University di Chicago che ne individua in un gene specifico la causa originaria.

Artrite reumatoide: la qualità della vita cala per nove persone su dieci

L’artrite reumatoide è una malattie che incide molto sulle condizioni di vita di una persona. Si tratta di una patologia autoimmune che non può contare su una vera e propria cura, ma su tutta una serie di terapie volte a tenere sotto controllo le sue manifestazioni. Un recente sondaggio condotto sul territorio nazionale con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Malati Reumatici, ha  rilevato come per nove malati su dieci, la malattia faccia calare drasticamente la qualità della vita.

Artrite reumatoide: il punto sulle terapie

L’artrite reumatoide, oltre ad  essere una patologia autoimmune, è anche una delle malattie più dolorose che l’essere umano possa sperimentare. Il controllo del dolore in questa tipologia di pazienti non è solo un bisogno, ma una necessità.  Le terapie attualmente in uso sono molte, anche se si basano su due componenti ben precisi: i miorilassanti ed i neuromodulatori. Facciamo il punto della situazione.

Distrofia muscolare dei cingoli: il punto della situazione

La distrofia muscolare dei cingoli è una malattia genetica molto particolare appartenente alla famiglia delle distrofie. Essa colpisce in particolare i muscoli pelvici e scapolari ed è caratterizzata, in quanto a sintomatologia da difficoltà motorie di diversa tipologia, problemi a muovere le braccia e le gambe. Ne esistono diverse forme a seconda del difetto genetico responsabile. Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Sla, al via sperimentazione terapia con cellule staminali fetali

La sclerosi laterale amiotrofica è una malattia neurodegenerativa tra le più difficili da tenere sotto controllo. Attualmente priva di cura, è una delle patologie sulle quali è maggiormente focalizzata la ricerca, al fine di consentire ai malati se non una guarigione totale, almeno uno stile di vita adeguato. A breve dovrebbe avere inizio, nel nostro paese, la prima sperimentazione con cellule staminali  di tipo fetale per la cura della sla.

Sclerosi multipla, attuali e nuove opzioni di terapia

La sclerosi multipla è una malattia che ha colpito finora nel mondo 1,3 milioni di persone di cui almeno 400mila  in Europa e circa 63.000 in Italia.  E’ una malattia che si manifesta all’improvviso, con maggiore incidenza nelle donne tra i 20 ed i 40 anni. Cerchiamo di fare il punto sulle nuove terapie possibili da affrontare grazie al Congresso europeo del Comitato per il trattamento e la Ricerca della Sclerosi multipla tenutosi qualche giorno fa ad  Amsterdam.

Distrofia di Duchenne: scoperto scudo per proteggere Rna messaggero

La distrofia di Duchenne, che colpisce l’individuo fin dalla nascita, è una malattia genetica che deriva da una alterazione  del gene della distrofina contenuto nel cromosoma X. Si tratta di una malattia progressiva che porta man mano la persona ad una degenerazione muscolare totale. Uno studio italiano, finanziato da Telethon ha scoperto il meccanismo dello scudo di protezione dell’Rna messaggero. Un fattore che potrebbe portare a novità di cura nell’ambito della patologia.

La Giornata Nazionale Persone Sindrome Down per promuovere l’integrazione attraverso lo sport

La Sindrome di Down? Da ragazzina, mi domandavo con ansia cosa significasse avere un figlio affetto dalla sindrome di down ed avevo paura che la cosa potesse capitare a me. Poi ho avuto la fortuna di incontrare alcuni di questi ragazzi sulla mia strada e tutto è passato. Certo, la vita dei loro genitori, soprattutto negli anni scorsi, non è stata facile, ma non per la malattia, con la quale oggi si può convivere grazie anche allo sviluppo di centri specialistici e terapie mirate che li stimolano nell’autonomia. Quello che da sempre complica tutto è la difficoltà nell’integrazione, l’inserimento scolastico, professionale, sociale, ecc.

Sclerosi multipla, torna in piazza “Una Mela per la vita”

Anche quest’anno torna nelle piazze italiane l’iniziativa “Una mela per la vita” organizzata dall’Aism, Associazione italiana sclerosi multipla, e patrocinata sul territorio dal Ministero della Sanità per mezzo degli assessorati a lui legati. Comprare un sacchetto di mele presso stand e esercizi dedicati, i prossimi 8 e 9 settembre aiuterà la ricerca a compiere passi avanti nella cura della malattia.

Sla, nuove speranze arrivano dall’epo

L’eritropoietina, conosciuta comunemente sotto il nome di Epo, è sempre salita agli onori della cronaca per essere stata utilizzata per lungo tempo come un farmaco dopante nel le attività agonistiche calcistiche. Ora potrebbe trovare una collocazione decisamente migliore e più alta rallentando la progressione della Sla, la sclerosi laterale amiotrofica ed i suoi sintomi. E’ questo lo studio facente parte del progetto Eposs dell’Istituto neurologico Besta di Milano, una delle iniziative di ricerche finanziate dall’Arisla, Fondazione italiana per la ricerca sulla sla.