Infezione delle ghiandole salivari

Infezione delle ghiandole salivari

Un’infezione alle ghiandole salivari è un disordine causato da un’infezione virale o batterica.

CAUSE: Le ghiandole salivari producono la saliva che inumidisce il cibo per aiutare nella masticazione e la deglutizione. La saliva contiene enzimi che iniziano il processo di digestione, aiuta anche nella pulizia meccanica della bocca lavando via i batteri e le particelle di cibo, mantiene la bocca umida, e aiuta a mantenere protesi o apparecchi ortodontici in posizione.

Ci sono 3 paia di ghiandole salivari. Le due più grandi sono le ghiandole parotidi, una per ogni guancia sulla mascella davanti alle orecchie. Due ghiandole sottomandibolari sono nella parte posteriore della bocca da entrambi i lati della mandibola. Due ghiandole sublinguali sono sotto la base della bocca.

Tutte le ghiandole salivari rilasciano saliva nella bocca attraverso le condotte che si aprono in varie aree della bocca. La parotite è una infiammazione di una o entrambe le ghiandole salivari parotidi. Si tratta di una malattia piuttosto comune. Le infezioni virali come la parotite spesso colpiscono le ghiandole salivari (gli orecchioni più spesso colpiscono le ghiandole parotidi). Questa forma di parotite è ora molto più rara nei bambini grazie al vaccino. Le infezioni batteriche di solito sono il risultato dell’ostruzione (come i calcoli del dotto salivare) o scarsa igiene orale.

Calcoli del dotto salivare

Calcoli del dotto salivare

I calcoli del dotto salivare sono minerali cristallizzati nei condotti di scarico delle ghiandole salivari. Si tratta di un tipo di disturbo delle ghiandole salivari.

CAUSE: Mentre si mangia, la saliva è prodotta dalle ghiandole salivari presenti nella bocca. I prodotti chimici contenuti nella saliva possono cristallizzarsi in un calcolo che può bloccare i condotti salivari. Quando la saliva non riesce ad uscire da un condotto ostruito, torna indietro alla ghiandola, provocando dolore e gonfiore. Le ghiandole sottomandibolari, nella parte posteriore della bocca da entrambi i lati della mandibola, sono più spesso colpite da questi calcoli.

Tumore alle ghiandole salivari

Tumore alle ghiandole salivari

I tumori delle ghiandole salivari sono cellule anomale in crescita nei dotti che drenano le ghiandole salivari.

CAUSE: Le ghiandole salivari si trovano nella bocca. Esse producono la saliva, che inumidisce gli alimenti per aiutare con la masticazione e la deglutizione. La saliva contiene enzimi che iniziano il processo di digestione e aiutano a ripulire la bocca lavando via i batteri e le particelle di cibo. Ci sono tre coppie di ghiandole salivari maggiori. La più grande sono le ghiandole parotidi, che si trovano in ogni guancia sulla mascella davanti alle orecchie. Due ghiandole sottomandibolari sono nella parte posteriore della bocca da entrambi i lati della mandibola. Due ghiandole sublinguali sono sotto la base della bocca. Ci sono anche migliaia di ghiandole salivari minori in tutto il resto della bocca.

Il cellulare causa il cancro?

Negli ultimi due anni il panorama scientifico ha visto il susseguirsi di una serie di ricerche sulle conseguenze per la salute dell’uso eccessivo di telefoni cellulari . A ad ogni conferma della pericolosità del telefonino è sempre seguita una smentita e viceversa. Uno studio svedese del 2007 condotto da Lennart Hardell dell’Università di Orebro e Kjell Hansson Mild dell’Umea University aveva riscontrato una netta correlazione fra lo sviluppo di tumori cerebrali e l’uso del cellulare per più di un’ora la giorno. Il rischio di sviluppare tumori cerebrali sarebbe del 240% in più per chi ha questa abitudine. La soluzione indicata fu allora l’uso di auricolari. Puntuale arrivò la smentita degli esperti statunitensi:l’epidemiologa Lydia Zablotska della Columbia University bocciò i colleghi svedesi dichiarando addirittura che accusare il cellulare di causare patologie gravi come i tumori, semplicemente era di moda.

Un’ulteriore smentita dello studio svedese arrivò da una ricerca inglese promossa, sempre nel 2007, da Mobile Telecommunication and Health Research (MTHR) la quale concluse che i cellulari non erano in grado di causare danni biologici. Sono stati diffusi in questi giorni invece i risultati di una ricerca israeliana pubblicata sull’American Journal of Epidemiology e condotta da Siegal Sadetzki, ricercatrice dell’università di Tel Aviv, secondo la quale l’uso del cellulare fa salire il rischio di sviluppare il tumore delle ghiandole salivari del 50%. I tumori sono più frequenti dal lato del capo sul quale si poggia il telefonino e la loro incidenza è maggiore nelle periferie dove il minore numero di ripetitori fa in modo che vengano emesse radiazioni più intense.