Micosi unghie, consigli da seguire

La micosi delle unghie è un disturbo piuttosto frequente soprattutto se si frequentano certi ambienti, per esempio le piscine, che favoriscono la proliferazione del fungo. Quando l’unghia viene colpita da micosi si fa gialla e più spessa: brutta da vedere dunque, ed ecco che molte persone alle prese con questo disturbo cominciano a essere in difficoltà a mostrare mani e piedi quando sono in mezzo alla gente.

Onicofagia, cos’è e come si evitano le infezioni

L’onicofagia è l’abitudine di mangiare nervosamente le unghie, soprattutto durante periodi di stress o di noia. Si tratta di un problema abbastanza diffuso, secondo le stime, infatti, colpisce quasi la metà degli adolescenti e un buon terzo delle persone adulte. Tuttavia, non è un disturbo da sottovalutare, soprattutto per il rischio legato alle infezioni.

L’onicofagia, infatti, può favorire la veicolazione dei germi che si trovano sotto le unghie, nella bocca. In alcuni casi, può accadere anche il contrario, ovvero il trasferimento di microbi dalla bocca alle dita, soprattutto quando il soggetto non si limita a mangiare le unghie, ma anche le pellicine e le cuticole circostanti. Inoltre, le carie tendono a comparire più facilmente, poiché la sostanza adamantina degli incisivi viene danneggiata.

Paronichia

Paronichia

La paronichia è un’infezione della pelle che si verifica intorno alle unghie.

CAUSE: La paronichia è abbastanza comune. Di solito è causata da lesioni alla zona (ad esempio, dal mordere, tagliare o spingere fuori le pellicine). Inoltre può essere causata da batteri (paronichia batterica), da lievito (paronichia candida) o da un fungo (paronichia fungina).

Le infezioni batteriche e fungine possono verificarsi contemporaneamente. La paronichia fungina può essere vista in persone con infezioni fungine delle unghie. È comune anche tra le persone con diabete e coloro che tengono le mani in acqua per lunghi periodi di tempo.