Diabete, pillole insulina al posto delle iniezioni?

Pillole di insulina al posto delle iniezioni per curare il diabete? E’ questa la novità che arriva da New York, dove un gruppo di ricercatori ha messo a punto una compressa grazie alla quale il principio attivo dell’insulina viene direttamente messo in circolo nel sangue.

Iniezioni di silicone per uso industriale, succede in America

Una donna americana sognava di avere un lato B perfetto e si fatta fare iniezioni di silicone da un ciarlatano che si era spacciato da esperto. La reazione allergica è stata tanto violenta che i dottori sono stati costretti ad amputare braccia e gambe. Per spendere di meno si è affidata al mercato nero e oggi è viva per miracolo. Conosciamo la storia di Apryl Michelle Brown.

La siringa senza ago è realtà

Ben presto potremo dire addio agli aghi, grazie all’invenzione di un gruppo di ricercatori della Corea del Sud, riusciti nell’intento di creare una particolare siringa senza ago in grado di funzionare senza bucare la pelle, e di iniettare il farmaco attraverso un laser appositamente calibrato. Una buona notizia per chi teme gli aghi e le iniezioni in generale, e per i bambini.

Nuovi servizi in farmacia

La Legge 69/2009 ha aperto la strada a nuovi sviluppi della far­macia e dei servizi che questa può offrire. Ne parliamo con Andrea Mandelli, presidente della Federa­zione degli Ordini dei farmacisti italiani (Fofi). Come la farmacia potrà essere più vicina ai cittadini?

Da tempo la Fofi auspicava che la farmacia diventasse un centro di servizi dove si potessero prenotare esami e visite, ritirare referti, effet­tuare esami diagnostici di primo li­vello. E, ancor più importante, che il farmacista potesse consegnare i medicinali a domicilio per chi ha difficoltà di movimento, preparare i farmaci “su misura” necessari alla terapia del dolore e alle cure palliativo, così come le miscele nu­trizionali per chi non può alimen­tarsi normalmente.

Quali sono i servizi più apprez­zati e richiesti?

Secondo una ricerca Scia Bocconi, il 65% degli italiani è favorevole a questa svolta. I servizi più deside­rati sono quelli che prevedono le prestazioni infermieristiche, come la vaccinazione o le iniezioni intra­muscolari; ma anche la possibilità di eseguire i test o i controlli periodici necessari in malattie come il diabete; o ancora, programmi per la disassuefazione dal fumo o il controllo del peso.

Lo zucchero allevia il dolore delle iniezioni nei bambini

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù. A dar ragione a Mary Poppins interviene la scienza, con un recente studio che conferma il potere analgesico del glucosio per i bambini. Stavolta però non si tratta di rendere piacevoli pillole e compiti pesanti, bensì di ammortizzare il dolore delle iniezioni, che in tenera età diventano un vero e proprio incubo per i bambini che devono vaccinarsi.

Un’équipe internazionale di ricercatori composta da studiosi di Toronto, in Canada, Melbourne in Australia e San Paolo in Brasile, ha scoperto che i bambini che ricevono una soluzione zuccherina prima di sottoporsi alle iniezioni proverebbero meno dolore.