l’iPhone entra in medicina, verrà utilizzato per le diagnosi rapide

Da oltre un anno si rincorrono voci che diverse applicazioni per smartphone o per computer sarebbero pronte per una diagnosi, chiamiamola così, “domestica”. In pratica gli sviluppatori di software hanno realizzato diverse applicazioni che calcolano i parametri fisici di una persona per poterli inviare al medico ed ottenere una diagnosi restando comodamente seduti in casa.

Alla notizia di quest’invenzione molti, nel mondo medico, hanno sorriso pensando che non sarebbe mai stata applicata, ed invece l’FDA (Food and Drug Administration, l’Agenzia del Farmaco americana) ha deciso di autorizzare il suo utilizzo. Da oggi i pazienti americani potranno registrare i dati sul proprio stato di salute sull’iPhone, iPad e iPod Touch, inviarli al medico ed attendere un riscontro.

Scopri di che blog sei e puoi vincere un iPhone, un iPad o un Bimby

Grande novità: è partito il primo concorso a premi del network IsayBlog! grazie al quale avrai la possibilità di vincere un iPhone 4, un iPad o un robot da cucina Bimby.
Per partecipare all’estrazione finale sarà sufficiente rispondere a sei domande che ti aiuteranno a scoprire “di che blog sei”, ovvero quali fra i blog del nostro circuito meglio rispondono ai tuoi interessi.
E c’é di più! Potrai invitare i tuoi amici a partecipare condividendo il concorso tramite email, Facebook, Twitter oppure sul tuo sito/blog tramite apposito bannerino, moltiplicando in questo modo le tue possibilità di vittoria. Il meccanismo è semplicissimo: Se il vincitore si è iscritto dietro tua segnalazione, vinci anche tu il premio che hai scelto!

Telemedicina, cartelle cliniche su iPad al Niguarda di Milano

Immaginate di alzarvi come ogni mattina per andare a lavoro e arrivati in ufficio, nei momenti di pausa, approfittare del tempo libero per farvi visitare da un cardiologo, effettuando un elettrocardiogramma e una visita cardiologica completa con auscultazione del cuore e dei polmoni. E’ il futuro della prevenzione, la telemedicina. In questo ambito si inserisce il progetto Healthpresence, il primo in Europa di prevenzione da remoto per i dipendenti di un’azienda, finanziato dalla Regione Lombardia al Niguarda di Milano. A sperimentarlo saranno 80 lavoratori di Cisco, impresa che si è occupata dello sviluppo, collegati dal posto di lavoro ad un medico che li potrà visitare sfruttando un sistema di videoconferenza ad alta definizione.

All’interno dell’azienda è stata allestita una sala visite con un infermiere, collegata in videoconferenza con un cardiologo del Niguarda. Il medico visiterà il paziente ed entro tre giorni il referto arriverà direttamente in azienda.