Glicemia bassa causa rabbia contro il partner

La glicemia bassa potrebbe portarvi a provare rabbia nei confronti del partner. Non parliamo di condizione patologica, ma livelli bassi di glucosio ed un forte senso di fame avrebbero la capacità, secondo una nuova ricerca, di portarvi a destare la vostra dolce metà.

Danni cerebrali neonati, prevenzione con lo zucchero?

La prevenzione dei danni cerebrali nei bambini prematuri può passare attraverso dello zucchero? Sembrerebbe proprio di si, almeno stando ai risultati di una ricerca condotta in Australia e pubblicata sulla rivista di settore The Lancet nella sua versione online.

Bilirubina alta, diabete e svenimento, che fare? Risponde esperto

Molto spesso ci troviamo di fronte a sintomi anomali e a quadri clinici complessi, senza riuscire a comprendere a fondo cosa provoca lo stato di malessere di un nostro caro. Un caso tipico è quello segnalato nella nostra rubrica “Chiedi all’esperto: consulti online su Medicinalive”, in cui si pone l’accento su bilirubina alta e Sindrome di Gilbert, vertigini e svenimenti, problemi alla colecisti e soprattutto diabete. Di seguito il quesito specifico e la risposta del dottor Mario Francesco Iasevoli, specialista in endocrinologia e malattie del metabolismo.

 

Diabete, dieta e feste natalizie, 10 consigli pratici

Avere il diabete e dover affrontare i pranzi e le cene delle feste natalizie, ricche di dolci ed in generale di porzioni abbondanti ed elaborate, non è un’impresa facile. Con un po di pianificazione però si può tenere sotto controllo la glicemia senza per questo sentirsi diversi o malati anche in giorni di festa. Di certo un grande aiuto va richiesto a familiari ed amici affinché non pronuncino le solite fatidiche ed insopportabile frasi del tipo: ”vabbè ma per una volta che sarà mai!” E’ anzi buona norma che chi invita a pranzo o a cena un diabetico, così come farebbe con una persona affetta da celiachia, si prenda la briga di studiare un menù ad hoc. Qualche consiglio pratico?

Malattia di Von Gierke

Malattia di Von Gierke

La malattia di Von Gierke è un disordine del metabolismo in cui il corpo non riesce a disgregare il glicogeno per produrre energia. Il glicogeno viene immagazzinato nel fegato e nei muscoli ed è normalmente separato dal glucosio quando non si mangia. La malattia di von Gierke è anche chiamata Malattia di accumulo del glicogeno di tipo I (GSD I).

CAUSE: La malattia di Von Gierke si verifica quando l’organismo non ha la specifica proteina (enzima) che rilascia il glucosio dal glicogeno. Questo fa sì che degli importi anomali di glicogeno si accumulino in vari tessuti, con conseguente ipoglicemia. La malattia è ereditaria. Se entrambi i genitori sono portatori del gene difettoso, ogni figlio ha una probabilità del 25% di sviluppare la malattia.

Diabete di tipo 1: nuova speranza con il pancreas artificiale

Gli scienziati di Cambridge hanno fatto un significativo passo avanti verso lo sviluppo di un cosiddetto  sistema di gestione del diabete di tipo 1 nei bambini tramite “pancreas artificiale“. Il team ha sviluppato e testato con successo un nuovo algoritmo, fornendo un trampolino di lancio per i test di laboratorio. Il nuovo studio – finanziato dalla Juvenile Diabetes Research Foundation (JDRF) e pubblicato su The Lancet – dimostra che l’utilizzo di un sistema di pancreas artificiale durante la notte può ridurre significativamente il rischio di ipoglicemia, quando i livelli di glucosio nel sangue crollano pericolosamente verso il basso. Queste cosiddette “crisi ipoglicemiche” sono una delle maggiori preoccupazioni per i bambini e gli adulti con diabete di tipo 1.

Un sistema artificiale combina un controllo continuo del glucosio ed una pompa di insulina, già sul mercato, e utilizza un sofisticato algoritmo per calcolare la giusta quantità di insulina da fornire in base alla lettura di glucosio in tempo reale. In questo modo si elimina la necessità di una serie di test del dito e iniezioni di insulina ogni giorno, in quanto il pancreas artificiale dovrebbe offrire un migliore controllo dei livelli di glucosio nel sangue durante la notte.