Bambina nata con la pelle di plastica

Una bambina nata con la pelle di plastica. Per quanto particolare è questa la descrizione più adatta a raccontare l’effettiva condizione di una bambina recentemente venuta alla luce in India a causa di una malattia genetica molto rara.

Bimbo con ittiosi ha la pelle ricoperta di squame

In queste ore sta facendo il giro del web la notizia del bambino lucertola. Si chiama Zhasulan Korganbek, è del Kazakistan e a soli 5 anni si ritrova a combattere con una malattia rara che gli sta rendendo la vita difficile: l’ittiosi, un disturbo genetico che rende le pelle ispessita e squamosa.

Ittiosi arlecchino, la forma più grave di ittiosi

L’ittiosi arlecchino è la forma più grave di ittiosi, malattia della pelle che la rende squamosa e delicata. SI tratta di un disturbo genetico e molto raro.  Consociata anche sotto il nome di cheratosi fetale diffusa, è una gravissima disfunzione congenita della pelle.

Si tratta di una malattia molto rara, a tal punto che se ne stima una incidenza inferiore a quella di un caso su un milione di abitanti. Parliamo di una condizione che mette a durissima prova la sopravvivenza di chi ne è affetto. E solo con cure tempestive e rimedi in grado di tenere “idratata” la pelle si ha la possibilità di vivere abbastanza a lungo.

Ittiosi

Ittiosi

L’Ittiosi è un termine tecnico per descrivere la pelle secca e squamosa. Si tratta di un termine generale che indica un gruppo di malattie della pelle in cui è secca, ispessita e squamosa.

CAUSE: Queste condizioni sono di solito ereditate, anche se ci sono alcune cause non ereditarie, come le reazioni ai farmaci, problemi ormonali, il cancro, la carenza nutrizionale e l’insufficienza renale. Queste cause non ereditarie sono più frequenti quando gli adulti sviluppano le squame della pelle, e meno probabili nei bambini ad di sotto di un anno, anche se può essere necessario escluderle.

Alcuni tipi di ittiosi possono causare gravi problemi di pelle ma, per fortuna, sono rare. Il tipo più comune di ittiosi, noto come ittiosi vulgaris, è di solito molto meno dannoso. Colpisce una persona ogni 250, ma spesso non viene diagnosticata in quanto tende ad essere piuttosto mite.