Cosa mangiare e cosa no prima di un allenamento

Cosa mangiare e cosa no prima di un allenamento? L’alimentazione riveste un ruolo importante nella vita di tutti giorni ma a maggior ragione quando si fa attività fisica. Non a caso prima di fare sport bisognerebbe affidarsi solo ad alcuni cibi in grado di fornire energia immediata all’organismo mentre sarebbe opportuno evitarne altri.

Mangiare sano risparmiando, il decalogo

 

Mangiare sano, nonostante la crisi economica è possibile. Recenti indagini statistiche e sondaggi hanno evidenziato come negli ultimi tempi, a causa del diffondersi di problemi finanziari anche la qualità degli alimenti che mettiamo nel piatto si è abbassata: a rischio e pericolo per la nostra salute, l’acquisto di sottomarche di prodotti o alimenti di non certa provenienza, si è fatto più frequente. Eppure basta poco per mangiare in modo salutare senza spendere grandi cifre, magari semplicemente guardando al passato.

Mangiare bene e sano d’estate: decalogo

E…state OK con la salute. E’ il titolo di una nuova campagna informativa voluta dal Ministero della Salute rivolta al mangiare bene e sano e presentata in queste ore di caldo torrido per  affrontare la stagione estiva al meglio, in salute, grazie al rimedio naturale per eccellenza: l’alimentazione sana e corretta.  Da qui un opuscolo con su indicato un vero e proprio decalogo di cosa è giusto fare e cosa va invece evitato: consigli pratici da memorizzare e tenere sempre presenti, molti, anche nelle stagioni invernali sul mangiare bene e sano.

Mangiare sano, in famiglia è più facile

I pranzi in famiglia non sono soltanto piacevoli, ma anche salutari, tanto per bambini, quanto per gli adulti. La notizia arriva da uno studio revisionale condotto dalla Rutgers University, nel New Jersey e senza dubbio farà felice chi, agli happy hour con gli amici preferisce le grandi tavolate familiari. Questa abitudine, infatti, caduta un po’ in disuso, pare sia un vero toccasana.

I casi di diabete potrebbero raddoppiare in 25 anni

Se non decidiamo di mangiare meglio e fare più esercizio fisico, i casi di diabete raddoppieranno entro il 2034 e i costi per l’assistenza sanitaria triplicheranno, secondo un nuovo rapporto che dipinge un quadro preoccupante del futuro. Con il diabete, l’organismo non riesce a metabolizzare il glucosio, o zucchero nel sangue. Il diabete è la principale causa di amputazioni, cecità, e malattie ai reni.

L’obesità, una dieta povera e la mancanza di esercizio fisico sono tutti i fattori che hanno contribuito ad un aumento già grave di diabete di tipo 2, la varietà che è in gran parte prevenibile e comprende circa il 95% di tutti i casi di diabete. Un esempio di com’è fuori controllo la situazione lo mostra uno studio del 1991 che prevedeva che i casi di diabete negli Stati Uniti sarebbero raddoppiati, da 6,5 milioni nel 1987 a 11,6 milioni nel 2030. Oggi siamo già a 23,7 milioni di casi.

Se non cambiamo le nostre abitudini alimentari e di esercizio o troviamo nuovi, più efficaci e meno costosi metodi per prevenire e curare il diabete, ci troveremo in un mare di guai

ha spiegato l’autore principale dello studio, Dr. Elbert Huang, assistente professore di medicina presso l’Università di Chicago. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Diabetes Care.