Salmonella in melone cantalupo, allarme negli Usa

Il melone, succoso frutto estivo in queste ore sta diventando un incubo per numerosi americani, preoccupati che possa essere fonte di alcuni focolai di salmonellosi. L’allarme arriva dalla FDA (Food and Drug Administration) statunitense che ha appena avviato un’inchiesta al riguardo in collaborazione con i CDC i Centers for Disease Control and Prevention  oltre che i funzionari sanitari locali. In particolare la  FDA ha richiamato dal mercato una particolare produzione di melone cantalupo prodotto (si sospetta) dalla Farms Chamberlain, di Owensville, Indiana, a causa di una possibile contaminazione con Salmonella typhimurium: l’epidemia ha finora contato 178 pazienti in 21 Stati, con 62 ricoveri e due decessi (nel Kentucky).

Ritenzione idrica, si vince con il melone

Il melone, un frutto squisitamente estivo, essendo molto ricco di acqua aiuta a combattere il ristagno dei liquidi. Ne bastano poche fette al giorno, infatti, per vincere la ritenzione idrica e il senso di fame. Il melone, è costituito per il 90% dall’acqua, ma contiene anche il betacarotene e Sali minerali in abbondanza.

Stress, un aiuto dagli antiossidanti del melone

Se vi sentite stressati e stanchi, niente di meglio che ricorrere a rimedi naturali, naturali come lo sono tutti quelli contenuti nella categoria alimentazione e prevenzione. Alla lunga lista di cibi che fanno bene, tra il classico tè verde, i mirtilli ed il cioccolato, oggi va ad aggiungersi anche il profumatissimo melone.
Gli antiossidanti del frutto giallo offrirebbero infatti sollievo contro lo stress. E’ quanto si afferma in un recente studio effettuato da un’équipe di ricercatori dell’Istituto Nazionale Francese per la ricerca agricola (INRA) coordinati dal dottor Jean-Paul Lallès, e pubblicato sulla rivista Nutrition.

Nel nostro intestino, quando siamo sotto stress, si vanno ad accumulare delle proteine, definite proprio proteine dello stress, in concentrazioni piuttosto alte rispetto alla norma. Ebbene, il melone può venirci in aiuto e abbassarne i livelli. Come? Grazie alla presenza al suo interno di antiossidanti superossido dismutasi enzimatici (SOD), che contrastano attivamente lo stress.