Restare in forma a Natale con i consigli degli esperti

Mantenersi in linea a Natale, missione impossibile? Secondo Andrea Ghiselli, dirigente dell’INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione), no. Bisogna ammettere, però, che con quel po’ po’ di piatti tipici e dolci di ogni forma e colore è alquanto difficile resistere alle tentazioni della tavola. Vediamo insieme cosa ci suggerisce il nutrizionista.

Alimentazione e salute, cenone e pranzo di Natale light

Ci siamo, il Natale è arrivato, ma già da giorni in casa circolano cioccolatini, panettoni e liquori, un’atmosfera di festa crescente per tutti, o quasi. Non gradisce affatto gli eccessi la nostra linea e anche lo stomaco sembra non amare particolarmente abbuffate e cibi elaborati ed ipercalorici. Se siete arrivati indenni sin qui, resistendo a gran parte delle tentazioni, è già un ottimo risultato.
Rinunciare alla buona tavola, aggregatore sociale caratteristico delle feste, è impensabile, ma alcuni semplici accorgimenti ci faranno risparmiare calorie ed evitare postumi di stravizi alcolici ed alimentari che potrebbero rovinarci il Capodanno.

Una buona mossa è accompagnare il pranzo di Natale con porzioni maggiori di verdura, piuttosto che con un contorno a base di patatine fritte, diminuire le porzioni di pane e condire con le spezie. Meglio optare per carni bianche come base dei secondi.
Il vino rosso è salutare, a patto di berlo con moderazione. Se proprio volete concedervi un bicchiere in più, assicuratevi di farlo a stomaco pieno, durante un pasto sostanzioso. Non occorre necessariamente rinunciare ai cocktail alcolici, ma almeno optare per la versione light. Non mettetevi alla guida se avete esagerato. Sembreranno consigli scontati ma ogni anno sulle strade, in occasione delle feste di Natale, gli incidenti stradali causati dallo stato di ebbrezza aumentano.