Tumore rene, immunoterapia aumenta sopravvivenza

L’immunoterapia si rivela lo strumento più efficace per combattere il tumore al rene: sono i dati che emergono da cinque recenti studi che hanno sperimentato una nuova molecola immuno-oncologica, il Nivolumab, che si è rivelata capace di aumentare la sopravvivenza dei pazienti affetti da questo tipo di cancro. Nel solo 2015 sono stati oltre 10mila i casi di tumore al rene diagnosticati in Italia ma purtroppo, a rendere difficili le cure per questo tipo di malattia, è la diagnosi che molto spesso arriva tardiva.

Tumore al colon, mix farmaci migliora la sopravvivenza?

Nuove speranze per la cura del tumore al colon che, grazie a un mix di farmaci messo a punto da alcuni ricercatori francesi, potrebbe migliorare la sopravvivenza per i malati. Ad oggi il cancro del colon retto è una delle neoplasie più frequenti: solo in Italia, nel 2015, sono state 52.000 le nuove diagnosi.

Tumore al pancreas, quale sopravvivenza?

Tumore al pancreas, quale sopravvivenza? Questa malattia è caratterizzata da un’alta mortalità, spesso dovuta al fatto che diagnosi arriva tardivamente rispetto allo sviluppo della forma cancerosa. Vediamo insieme cosa si può fare per aumentare l’aspettativa di vita nei pazienti che ne soffrono.

Terremoto: quanto si sopravvive sotto le macerie?

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad immagini strazianti dei terremoti a L’Aquila, ad Haiti ed ora in Giappone, ma ogni tanto qualcuno riesce a sottrarsi dalla terribile conta delle vittime, ed anche a distanza di giorni viene tirato fuori dalle macerie, provato ma vivo. Ma quanto si può sopravvivere sotto le macerie?

Un devastante terremoto di magnitudo 9.0, come quello che ha scosso il Giappone, è in grado di uccidere migliaia di persone. Per fortuna le strutture antisismiche sono presenti ovunque nel Paese, altrimenti i decessi sarebbero stati molti di più. Per una persona giovane e sana che si ritrova sotto le macerie ben idratata e ben nutrita, le probabilità di sopravvivere possono tranquillamente raggiungere i circa quattro giorni. Ma il periodo di tempo scende notevolmente in condizioni diverse.