Malattia di Pandas, sintomi e cura

La Malattia di Pandas (o sindrome di Pandas) è una patologia autoimmune derivante da un’infezione batterica delle vie respiratorie che coinvolge poi il cervello ed alcune sue aree. Pandas è l’acronimo inglese di disordine autoimmune pediatrico associato allo streptococco beta-emolitico di gruppo A.

Il tampone vaginale: perché si fa e come

Il tampone vaginale è un esame utilizzato per rilevare la presenza di agenti patogeni responsabili di infezioni della vagina o della cervice uterina. Si tratta di un test molto semplice da eseguire e non eccessivamente fastidioso per la donna che per farlo deve comunque rivolgersi ad un medico ginecologo o ad un laboratorio di analisi attrezzato.

Tas alto in bambini e adulti: sintomi, cause e cura

Il TAS o Titolo Anti Streptolisinico è una particolare analisi del sangue indispensabile per stabilire la quantità degli anticorpi prodotta dal corpo in risposta ad una tossina (streptolisina-O) originata dal batterio dello Streptococco beta emolitico del gruppo A o piogene. Va subito precisato, però, che un TAS alto non è necessariamente sintomo di un’infezione da Streptococco in corso o recente (significa solo che c’è stata), tanto meno di malattia reumatica, con cui erroneamente viene spesso identificato, sebbene il rischio di ammalarsi come complicanza dell’infezione esiste. Il TAS alto, dunque non è sinonimo di una specifica malattia, e da solo non basta a diagnosticarne una con precisione.

Antibiotici, scoperta un’alternativa efficace?

L’uso indiscriminato di antibiotici da parte della popolazione negli ultimi decenni ha portato ad un rapido sviluppo della resistenza dei batteri a questi principi attivi. La ricerca è al lavoro per trovare delle valide soluzioni in grado di attaccare con successo e sconfiggere gli agenti patogeni.  I virus “batteriofagi”, secondo i ricercatori, rappresentano l’alternativa efficace ed ideale.

Donne incinte: la vicinanza alle mucche può essere pericolosa per il feto

Un batterio comune che può causare infezioni pericolose per la vita è stato trovato in molte donne adulte sane. Tale batterio è stato in alcuni casi trasmesso anche ai neonati, e si è notato che alcune delle donne infette avevano avuto frequenti contatti con le mucche. A lanciare l’allarme è stato gruppo di ricerca guidato dal pediatra Dele Davies della Michigan State University.

I risultati dello studio evidenziano che lo streptococco di gruppo B (GBS) potrebbe provocare una zoonosi (trasmissione tra specie diverse) e può avere importanti implicazioni per la salute pubblica, ha detto Davies, presidente della MSU del Dipartimento di Pediatria e di sviluppo umano.

Il GBS, riconosciuto come un batterio che conduce ad infezioni nelle mammelle delle mucche, si trova ora nell’apparato digerente e genitale in non più del 36% delle donne incinte prese in considerazione. Quando viene trasmessa ai neonati durante la gravidanza, l’infezione può essere grave, fino a portare alla morte, anche se non tutti i bambini si sono ammalati.