Fidel Castro morto, la sua sanità pubblica nonostante l’embargo

Fidel Castro è morto, per davvero stavolta, ieri sera alle 22,29. A darne l’annuncio il fratello Raul, alla televisione locale, Presidente di Cuba dal 2008, quando il Lìder Màximo aveva abbandonato il potere a causa delle sue condizioni di salute. La reazione alla notizia, sia a Cuba che nel mondo non è stata univoca: dalla commozione ai festeggiamenti (mai di buon gusto in questi casi) segno inequivocabile -se mai servisse- che Fidel divide ancora. La sua figura, spesso controversa rappresenta comunque una pagina di storia importante per tutto il ‘900 nel bene e nel male. Tra le cose positive gli vanno riconosciute come la sua attenzione all’istruzione e alla salute dei cubani. Ed è della visione di Castro di una sanità pubblica che vogliamo parlare noi di Medicinalive.

Escozul il farmaco antitumorale di Cuba, funziona?

Escozul, il farmaco definito antitumorale e realizzato con il veleno di scorpione di Cuba, continua ad accendere le speranze di molti pazienti. E’ a questo rimedio che si riferisce il Consulto Online su Medicina Live di oggi. Leggiamo la risposta dell’oncologo Carlo Pastore.

Vidatox a San Marino. E l’Italia chiede studi ufficiali

Vidatox: un nome che per molte persone ha rappresentato e rappresenta la speranza di una cura dal cancro del quale sono affetti. Le cronache hanno riportato più volte storie di veri e propri viaggi della speranza verso Cuba, dove tale farmaco a base di veleno di scorpione è stato creato. Dallo scorso aprile, i viaggi si sono spostati a Tirana. In Italia? Si chiede a gran voce che venga testato scientificamente.

Vidatox o Escozul, l’antitumorale da veleno di scorpione: l’opinione del farmacologo

Torniamo anche oggi a parlarvi del Vidatox, il rimedio naturale ottenuto dal veleno dello scorpione azzurro, endemico di Cuba, utilizzato e distribuito gratuitamente sull’Isola, come antitumorale, dalla ditta farmaceutica statale Labiofam. E’ ovvio domandarsi dal punto di vista chimico-farmacologico quali certezze e dubbi (può essere tossico?) possa presentare un medicinale di questo tipo. E soprattutto, perché non è sfruttato e studiato altrove, lontano da Cuba? Prima di tutto occorre dire che esiste un brevetto e questo implica già dei limiti, ma per capirci di più abbiamo preferito chiedere lumi ad un esperto: il prof. Stefano Govoni, farmacologo e presidente del Comitato Etico dell’Ospedale San Matteo di Pavia. Ci siamo rivolti a lui perché tra le tante notizie scovate sul web riguardo al Vidatox si parla di una sperimentazione clinica presso il nosocomio pavese. Ecco cosa ci ha risposto:

Tumori, la cura dal veleno di scorpione: Escozul o Vidatox, il farmaco gratis a Cuba

Escozul e Vidatox. I tumori si possono curare attraverso il veleno dello Scorpione azzurro, una razza endemica dell’isola di Cuba? Recandosi sul posto è anche possibile ottenere il medicinale in forma gratuita! Leggenda metropolitana? Truffa? Follia? Abbiamo cercato di capirci qualcosa di più. I frequentatori assidui del web ne hanno già sentito parlare, perché le informazioni su questo presunto farmaco anti-cancro viaggiano in rete già da molto tempo. Ma la maggior parte degli italiani ne ha avuto notizia solo sullo scorcio dello scorso anno, in seguito ad un servizio televisivo realizzato dalle Iene: da lì il passa parola e tanti, tantissimi viaggi della speranza. Ma di cosa si tratta? E soprattutto, funziona, è pericoloso, come ottenerlo? Proveremo a rispondere a tutte queste domande nei prossimi giorni, ma intanto cominciamo a capire di cosa stiamo parlando.