Stamina: si o no alla sperimentazione? Sondaggio

Come annunciato è arrivato il no definitivo alla sperimentazione del metodo Stamina da parte del Ministero della Salute. E vogliamo chiedervi: secondo voi è giusto o sbagliato? Avrebbe dovuto avere una chance in più rispetto a quella realmente avuta? Ci sono stati troppi pregiudizi sul metodo ideato da Vannoni? Vorremmo che rispondeste al nostro sondaggio.

Diagnosi preimpianto, via libera dal Tribunale di Roma per coppie fertili

Sentenza storica: il tribunale di Roma ha bocciato la legge 40 in merito alla diagnosi preimpianto, stabilendo che il Sistema Sanitario Nazionale debba coprire i costi della stessa per una coppia di persone fertili con un figlio già affetto da una malattia debilitante come la fibrosi cistica.

Aborto ed obiezione di coscienza, un problema?

Aborto ed obiezione di coscienza. Un tema caldo, sempre. Soprattutto perché la legge attualmente prevede entro determinati parametri che le donne possano ricorrere all’interruzione di gravidanza, ma sempre di più è difficile trovare medici disposti ad eseguirli.

Terapia intensiva, cosa cambierà

Una completa rivisitazione della terapia intensiva. E’ a questo che vogliono lavorare i componenti del Comitato nazionale di Bioetica attraverso un documento a riguardo che verrà approvato la prossima settimana.

Trapianto di testa fra due anni, l’annuncio shock

Il trapianto di testa? Sarà possibile tra un paio d’anni. A lanciare questo annuncio shock il dott. Sergio Canavero, neurochirurgo torinese. L’intervento rientra in un progetto ben preciso, pubblicato sulla rivista Surgical Neurology International.

Morto Adriano Bompiani, presidente onorario Comitato Nazionale Bioetica

E’ morto oggi pomeriggio, il Professor Adriano Bompiani, già presidente del Comitato Nazionale di Bioetica e primo storico direttore dell’Istituto di Clinica ostetrica e ginecologica dell’Università Cattolica Policlinico A. Gemelli di Roma, che ha contribuito a fondare. La notizia ci arriva da un comunicato stampa ufficiale della stessa struttura sanitaria romana, dove il noto medico, politico e studioso era ricoverato da qualche giorno in seguito ad un politrauma grave dovuto ad investimento stradale.

Scegliere l’eutanasia: il perché di Piera in un video

Lo chiamano video choc sull’eutanasia legale. Non condivido. E’ la storia di Piera Franchini, in un racconto pieno di lucidità e di forza, di intenso attaccamento ad una vita che non c’è più:

“sono morta il 13 Aprile quando il chirurgo mi ha detto che non c’era più nulla da fare. […] Dopo una settimana sono tornata, …mi sono sbagliata, ma no, non c’era più niente da fare. Ci sono solo i cerotti e ogni volta devo aumentare la dose.”

Animalisti distruggono anni di ricerche: è giusto?

La notizia è stata data qualche giorno fa dal Cnr. Un blitz animalista, lo scorso 20 aprile, ha portato alla liberazione di cento topi ed un coniglio del Dipartimento di biotecnologie mediche e medicina traslazionale dell’Università degli Studi di Milano, dove opera anche l’Istituto di Neuroscienze del Consiglio Nazionale delle Ricerche ed alla perdita, contestuale, di anni di ricerca scientifica.

Caso Stamina: metodo italiano criticato su Nature

L’infusione di staminali secondo il metodo messo a punto dalla Stamina Foundation è stato nell’occhio del ciclone per diverso tempo per via della sua validità. Ora lo “scontro” si sposta dalla procura di Torino alla rivista “Nature” dove a finire sotto accusa non è solo il protocollo ma anche il nostro ministro della Salute Renato Balduzzi.

Fecondazione assistita: embrione da tre donatori?

Quando si parla di fecondazione assistita, l’Italia è indubbiamente uno dei paesi europei più indietro in quanto a normativa, ma la Gran Bretagna rischia di divenire il più “evoluto”: potrebbe essere il primo stato a consentire la “creazione” di embrioni con il dna di tre persone.

Sedazione terminale o eutanasia?

Eutanasia attiva o passiva, suicidio assistito, accanimento terapeutico, sedazione terminale (o totale o palliativa). Si torna ancora una volta a parlare di tali argomenti grazie (è il caso di dirlo) ad una delibera del Consiglio Etico dell’Ordine dei medici francese che ha approvato la “sedazione terminale” per i pazienti in imminente fine di vita, che ne abbiano fatta richiesta in momenti di lucidità e che si trovano a soffrire dolori lancinanti. In pratica è una messa in stato di coma farmacologico che dovrebbe accompagnare il malato inguaribile ed in fase terminale fino alla sua morte, difficile da prevedere concretamente ma che si aspetta nell’arco di poche ore o pochi giorni. La sfumatura con l’eutanasia definita “attiva” è lieve, legata essenzialmente alla tempistica della previsione della morte e alla modalità farmacologica con cui questa a volte può essere somministrata.

Vacanze di Natale last minute al centro benessere

Natale può divenire sinonimo di benessere psicofisico. O di ricerca dello stesso. E cosa direste quindi se, come suggerimento per scaricare lo stress, vi indicassimo come soluzione per porvi alle spalle tutto il nervosismo vissuto nel corso dell’intero anno,  una fuga last-minute verso un centro benessere? Per riequilibrare il corpo e la mente.

Video malato terminale: “perché voglio l’eutanasia”

Un video toccante, quello di Gilberto, e che colpisce il cuore. La sua storia è comune a molte persone. Malato terminale di cancro al fegato, è divenuto testimonial della richiesta di legalizzazione dell’eutanasia in Italia. Quello della “morte dolce” è un tema  tra  i più dibattuti in medicina. E’ giusto dare alle persone il diritto di mettere fine alla propria vita legalmente in caso di malattia? Gilberto ama la vita e nel video spiega perché vorrà scegliere di morire.

Sì alla diagnosi pre-impianto embrioni: è eugenetica?

Il tribunale di Cagliari ha ufficialmente riconosciuto nei giorni scorsi il diritto di una coppia di genitori, lei malata di talassemia major e lui portatore sano della stessa malattia, di ottenere la possibilità di ottenere la diagnosi preimpianto dell’embrione nell’ambito di un intervento di fecondazione assistita. Una decisione che sta creando scompiglio in ambito medico e religioso chiamando in causa anche la parola ed il concetto di eugenetica.