Arriva il caldo torrido: i consigli per salvaguardare la salute

di Cinzia Iannaccio 0

Per i prossimi giorni è prevista un’ondata di caldo torrido in tutta Italia che, come di norma nel mese si Luglio si protrarrà! Il Ministero della Salute come ogni anno ha varato alcune iniziative rivolte alla salvaguardia della salute di tutte la popolazione con particolare riferimento alle fasce deboli: anziani, bambini, disabili, malati cronici o comunque chiunque si trovi in situazione di solitudine o altra difficoltà. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste questo progetto di prevenzione per l’Estate 2011.

In primis è stato istituito un sistema di allerta meteo-climatico su base nazionale, anche se coinvolge direttamente solo 27 città: tale sistema operativo in collaborazione con gli enti locali e la protezione civile prevede la segnalazione del meteo con 72 ore di anticipo e dunque l’attivazione dei sistemi di emergenza ritenuti più idonei. Di nuovo verrà attivato il numero verde 1500, a cui sarà possibile chedere consigli quotidianamente, ma soprattutto è prevista un’ampia campagna informativa, già attivata con la realizzazione di alcuni opuscoli, uno dei quali riguardo ai rischi di lasciare i bambini in macchina: dopo gli eventi drammatici delle settimane scorse c’è ancora chi insiste volontariamente in questa metodica! In ultimo è stato stilato un vero e proprio dodecalogo di consigli su come prevenire i rischi del colpo di calore e di altri disturbi per la salute causati dalle alte temperature. Eccolo:

  1. Evitare di uscire di casa nelle ore più calde (tra le 11,00 alle 18,00)
  2. Bere almeno due litri d’acqua al giorno, anche quando non se ne sente il bisogno e salvo diversa prescrizione del medico curante
  3. Consumare pasti leggeri (ricchi di frutta e verdura) e frazionati durante l’arco della giornata; prestare particolare attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili che possono altrimenti provocare infezioni intestinali.
  4. Evitare di bere alcolici e limitare l’uso di bevande contenenti caffeina: accelerano i sintomi del colpo di calore
  5. Limitare l’attività fisica intensa soprattutto nelle ore più calde
  6. Indossare indumenti leggeri, non aderenti, di fibre naturali, di colore chiaro (i sintetici limitano la traspirazione ed aumentano il cattivo odore del sudore); proteggersi dal sole diretto con un cappello ed occhiali
  7. Durante le ore del giorno proteggere le finestre esposte al sole diretto con tende, persiane o veneziane
  8. Mantenere chiuse le finestre durante il giorno e aprirle di sera, quando l’aria esterna è più fresca
  9. Se necessario, cercare di abbassare la temperatura corporea, senza utilizzare acqua ghiacciata
  10. Se necessario, è possibile rinfrescare il propro ambiente con condizionatori e ventilatori, senza eccedere però: la temperatura in ambiente domentisco non deve scendere sotto i 24-26°C
  11. In auto, usare sempre le tendine parasole e se si entra in una vettura che è rimasta a lungo sotto il sole, è importante ventilare l’ambiente prima di salire: mai lasciare persone o animali all’interno della vettura, la temperatura sale rapidamente
  12. Attenzione alla corretta conservazione dei farmaci: molti non devono esere esposti ad alte temperature, alcuni è preferibile metterli in frigo

Si ricorda infine che in caso di necessità va consultato il medico di famiglia o in alternativa la guardia medica.  Nell’emergenza il 118. Sul sito del ministero, un’area tematica apposita sulle “ondate di calore”, comprensiva delle previsioni meteo ed opuscoli per la prevenzione del colpo di calore da consultare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>