Togliere le rughe con lo smart lifting: l’esperta ci spiega di cosa si tratta

di Cinzia Iannaccio 2

Rughe addio grazie allo “Smart Lifting” ovvero un piccolo lifting dai grandi risultati. La tecnologia oggi offre uno strumento in più a chi vuole un viso privo di rughe e di cedimenti dei tessuti, tipici degli anni che passano. Lo smart lifting è una di queste soluzioni che si avvale di ben tre diverse metodiche e strumentazioni già in uso nella chirurgia e medicina estetica: in un’unica seduta (della durata massima di 90 minuti) è possibile coniugare il lipofilling a al laser lipolisi e a quello CO2. Ci spiega come la dottoressa Patrizia Gilardino chirurgo plastico associata alla Sicpre (Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica).

“Effettivamente si tratta di una metodologia mininvasiva che si avvale di strumenti delicati (micro cannule ), pochi fori d’ingresso e nessun taglio col bisturi: non è necessaria l’anestesia totale, basta quella locale accompagnata da una lieve sedazione. Si inizia con lo Smart Lipo (con il laser lipolisi, una tecnica in grado di sciogliere i grassi sottocute ndr) capace di offrire una retrazione (e dunque una distensione) nella parte inferiore del viso. Poi grazie a al lipofilling si innesta del grasso nei punti dove serve rimodellare i volumi (si preleva da un’altra parte del corpo della stessa paziente, è dunque un filler naturale, autologo). Per finire si applica il laser CO2 frazionato per rinnovare lo strato superficiale della cute, per intenderci, si fa un laser “resurfacing”.

I risultati a quanto spiega l’esperta sono quelli di un lifting vero e proprio, solo che in questo caso non serve il ricovero (al massimo si pratica in day hospital, ma può bastare a seconda dei casi anche un ambulatorio … rigorosamente di un medico specialista). Il Lifting tradizionale infatti per sue caratteristiche invasive può durare anche 4 ore ed avvalersi dell’anestesia totale, per cui è chiaro che può richiedere una degenza in una struttura sanitaria. In aggiunta il suo decorso post operatorio è più lungo. Con lo smart lifting invece si può tornare alla vita quotidiana in poche ore e gli effetti della metodica scompaiono all’incirca in una settimana: l’unica accortezza, tipica del resurfacing è quella di evitare l’esposizione ai raggi solari.

Altre differenze tra lo smart lifting ed il lifting? I costi ad esempio?

“I costi sono dimezzati (dunque se il lifting si aggira intorno ai 10.000 euro lo smart lifting ne costerà circa 5.000), ma quello che è importante è che mentre il Lifting è consigliato dopo i 60 anni, a  cedimento cutaneo avvenuto, lo Smart lifting si può praticare anche prima, intorno ai 45-50 anni. L’obiettivo è proprio quello di correggere i primi cedimenti e svuotamenti del volto che si manifestano solitamente a partire da questa età, anche se poi dipende dai casi specifici. Certo è che gli effetti di questa metodica sono permanenti a tal punto da rimandare o cancellare del tutto l’eventualità di un lifting vero e proprio nel futuro”.

Leggi anche

Le utime news sul lifting

Chirurgia estetica: i costi

Foto: Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>